Ibrahimovic: “Ad un passo da Arsenal e Manchester City”

Ibrahimovic: “Ad un passo da Arsenal e Manchester City”

Lingard
Ibra e Lingard festeggiano il Community Shield (Foto: Facebook Manchester United)

La confessione di Zlatan Ibrahimovic ai giornalisti inglesi: “Vicino all’Arsenal”. E poi esalta le qualità da manager di José Mourinho

 

Non solo Manchester United

Lo scorso luglio Zlatan Ibrahimovic è sbarcato in Premier League. Dopo il Paris Saint-Germain il campione svedese ha scelto il Manchester United, ma l’ex attaccante di Inter e Milan ai giornalisti inglesi ha svelato un retroscena importante: “Avrei potuto andare in Premier League due volte, una volta all’Arsenal e una al Manchester City. Non se ne fece nulla, però, si vede che non avevo bisogno di giocare lì”. Già in passato Ibra avrebbe così potuto giocare nel campionato inglese, ma il trasferimento nel campionato più bello al mondo è stato posticipato solamente di qualche anno. Da poche settimane è iniziata così la nuova avventura con i “Red Devils” dove ha ritrovato anche Josè Mourinho, suo allenatore ai tempi dell’Inter.

Mourinho “Special One”

Il primo trofeo con il suo nuovo club è già arrivato grazie al trionfo in “Community Shield”, ma lo svedese è davvero entusiasta di poter lavorare ancora una volta con il manager portoghese José Mourinho: “Lui è la mente, ha un cervello unico. Sa cosa serve fare per vincere. Ho imparato molto da lui all’Inter. Chi non vorrebbe averlo come manager?”. Il Manchester United, trascinato da un super Ibra, è partito alla grande in campionato. La Premier League è ancora più equilibrata rispetto agli ultimi anni: tante le squadre che si sono rinforzate nell’ultima sessione di mercato. L’obiettivo di Ibrahimovic è quello di concludere alla grande una carriera da applausi cercando di vincere anche la Premier. A 34 anni il campione svedese è capace ancora di fare la differenza in area di rigore avversaria. Ibra-Mourinho, di nuovo insieme per vincere.