Spalletti boccia Gerson: “E’ rapido d’idee, ma non di gambe”

Spalletti boccia Gerson: “E’ rapido d’idee, ma non di gambe”

Gerson è arrivato a Roma
Gerson è arrivato a Roma

Per Gerson c’è bisogno di tempo. L’analisi di Spalletti sul giovane talento brasiliano all’esordio in maglia giallorossa in Europa League.

Voluto fortemente da Sabatini e dalla società giallorossa, Gerson rappresenta un investimento importantissimo per la Roma. Il giovane brasiliano è stato acquistato il primo agosto 2015 per 16 milioni di euro. Nella Capitale, però, è arrivato solamente ad inizio luglio di quest’anno. Tante squadre erano sulle sue tracce, ma alla fine il classe 1997 ex Fluminense ha optato per l’Italia e per la Roma. Il suo esordio in competizioni ufficiali in maglia giallorossa è avvenuto ieri in Europa League nei venti minuti finali contro l’Astra. Gerson ha preso il posto di Kevin Strootman andando ad occupare così la stessa posizione del centrocampista olandese nel 4-2-3-1 di Spalletti. La prova non ha convinto particolarmente l’allenatore toscano che al termine della gara ha rilasciato la sua analisi dettagliata sul brasiliano.

“Per Spalletti è no”

“Come trequartista può avere delle difficoltà in Italia. Vuole la palla sui piedi, non è uno alla Nainggolan o alla Perrotta che la passa e poi s’inserisce. E’ molto tecnico e rapido d’idee, ma non di gambe, e con questo ruolo da trequartista si troverebbe in difficoltà. Secondo me è una mezz’ala tutto campo ma fatica in fase difensiva”, il commento a caldo di Luciano Spalletti dopo il poker in Europa League.

Il rischio di bruciare un talento

Gerson è considerato uno dei migliori talenti in circolazione sul panorama internazionale. L’ambientamento, però, per un giovane che arriva da lontano può durare anche parecchi mesi. La Roma non sta attraversando un momento di forma eccezionale ed inserire giocatori di qualità, ma con poca esperienza potrebbe essere deleterio anche per lo stesso brasiliano. Il rischio di bruciare un talento è altissimo. Così Spalletti in primis e poi tutta la società giallorossa devono essere intelligenti a non sperperare un investimento del genere. Diciannove anni e un sogno da difendere. La storia di Gerson a Roma non è iniziata nei migliori dei modi.