SHARE
Spurs San Antonio - Warriors Gold State - NBA 2016/17
Spurs San Antonio - Warriors Gold State - NBA 2016/17

Si riapre l’NBA tra certezze e sorprese: James domina contro i Knicks, mentre Golden State crolla

Pronti via e già i Golden State subiscono la prima battuta d’arresto. Un brutto colpo per Curry e compagni che nella notte si sono visti rifilare 29 punti dai San Antonio Spurs. La squadra dei record della scorsa stagione inizia quindi il nuovo anno NBA con il piede sbagliato. Gli uomini di Steve Kerr, attesi all’esordio, non hanno saputo replicare gli stupefacenti risultati dello scorso campionato. Un campionato aperto con una striscia di 24 vittorie consecutive. Il tecnico sa di avere tra le mani uno dei team più forti degli ultimi tempi. Un team a cui la scorsa stagione è mancato solo il titolo, perso al termine di una serie estenuante contro i Cavaliers di Lebron James, capaci di ribaltare la serie da 0-3 a 4-3. Proprio quella sconfitta potrebbe aver lasciato delle scorie nei Warriors, distrutti e sovrastati da un’ottima prestazione degli Spurs. Spurs oltretutto orfani del ritirato Tim Duncan, ma vogliosi di rispondere “presenti” alla prima chiamata della stagione.

San Antonio Spurs-Warriors Golden State - NBA 2016/17
San Antonio Spurs-Warriors Golden State – NBA 2016/17

La partita

Golden State non riesce ad arginare lo straripante Leonard e, in  generale, gli Spurs. Un match che possiamo definire a senso unico se analizziamo i dati della partita. I neroargento sono apparsi implacabili, ed hanno rifilato ai vice campioni NBA almeno 30 punti a quarto. Le prime due frazioni hanno bruciato i Golden State Warriors, arrivati all’intervallo con un passivo di 18 punti. La storia nella seconda metà del match non è cambiata. Curry e compagni non sono riusciti a tenere il ritmo dei San Antonio e tanto meno quello di Leonard, autore di 35 punti, 5 rimbalzi e 5 palle recuperate.

Knicks-Cavaliers - NBA 2016/17
Knicks-Cavaliers – NBA 2016/17

Avversari

A differenza dei rivali dei Golden State Warriors, i Cleveland Cavaliers si sbarazzano facilmente della pratica Knicks. La squadra di New York è apparsa in bambola e non è riuscita a resistere agli attacchi di James e compagni. Dopo i primi due quarti un po’ altalenanti i Cavaliers decidono di spaccare la partita con un parziale di 34-19. Notevoli le prestazioni di Irving (29 punti) e di Kevin Love (23 punti e 12 rimbalzi). Da registrare, inoltre, anche la tripla doppia di Lebron James alla sua prima uscita stagionale: 19 punti, 14 assist e 11 rimbalzi.