SHARE
The indipendent

Zero vittorie, quindici pareggi e diciassette sconfitte: i numeri che inchiodano Jack Rodwell

Il calcio, terreno fertile per scaramantici e superstiziosi. Gli stessi che si spaventeranno dopo aver letto i numeri, tutt’altro che lusinghieri, di Jack Rodwell. Onesto centrocampista del Sunderland (classe 1991) con un passato nel Manchester City. Il mediano inglese, da due anni al Sunderland e titolare a tempo determinato, non ha mai assaporato, nel biennio ormai trascorso, la gioia della vittoria. Trentadue apparizioni dal primo minuto, senza raccogliere i sospirati tre punti. Il bilancio personale, da quando indossa la casacca dei “black cats”, segna un passivo clamoroso. Zero successi, quindici pareggi e diciassette sconfitte. La striscia, già negativa, si allunga ulteriormente se si tiene conto dell’avventura vissuta col City. In totale ammonta a tre anni e cinque mesi il record di Rodwell, dunque quasi mai vincente quando schierato nella formazione iniziale.

JACK RODWELL, IL CENTROCAMPISTA GIUSTO PER AIUTARE LA ROMA?

L’ironia dei tifosi

I tifosi del Sunderland hanno quindi cominciato a sottolineare le preoccupanti statistiche di un ragazzo promettente che ha conosciuto anche la grande ribalta della nazionale inglese. Due vittorie ed un pareggio con la maglia dei tre leoni, entrando sempre a gara in corso. Sarà forse questo il segreto per sfuggire alla maledizione e per sottrarsi alla gogna mediatica. Simpatica e “leggera” all’inizio, pesante successivamente, al punto da influenzare e guidare i giudizi dei tifosi e più in generale dell’ambiente, come testimoniato da alcuni commenti (piuttosto coloriti) postati sui social.

Rodwell e Ramsey

Jack Rodwell non è il solo a dover fare i conti con la “sfortuna” e con l’ironia dei sostenitori inglesi. Un caso su tutti è quello di Aaron Ramsey, centrocampista dell’Arsenal e della nazionale gallese, “accusato” di provocare la dipartita di un personaggio celebre ad ogni suo gol. Una storia che da tempo ha fatto il giro del mondo, provocando non poche noie al mediano dei gunners. Ora è il turno di Jack Rodwell, a caccia di una vittoria per sottrarsi all’incantesimo.

SHARE