Roma: Skorupski fa il fenomeno e la Juventus scappa

Roma: Skorupski fa il fenomeno e la Juventus scappa

Si interrompe la striscia positiva della Roma di Spalletti, bloccata sullo 0 a 0 da un coriaceo Empoli. I giallorossi non rischiano tantissimo ma sbattono sul muro eretto da Martusciello senza trovare fluidità nel gioco.

La Juventus vince, scappa e se la ride. Niente da fare per la Roma, che sbatte la testa sulla muraglia toscana e su uno Skorupski versione uomo-ragno. Niente da fare per Dzeko, Salah ed El Shaarawy, i bianconeri allungano di due punti ma quanto meno gli uomini di Spalletti rosicchiano un altro punto al Napoli.

Muraglia polacca

La Roma fa quel che può, ma quando il portiere avversario si trasforma in muro umano c’è poco da fare. Skorupski, già più volte miracoloso contro il Napoli, inizia a parare di tutto sin dai primi minuti. Gli attaccanti giallorossi non sanno più come tirare in porta ed il polacco si esalta più e più volte specialmente su Dzeko e Salah. El Shaarawy è più impreciso rispetto ai compagni e la porta empolese rimane immacolata. La difesa della Roma non soffre più di tanto, ma il pacchetto arretrato dei toscani sembra trovare le misure adatte a contenere lo strapotere fisico di Dzeko.

Se contro il Napoli l’agilità di Mertens aveva messo in crisi Bellusci e Costa, i due sono tosti quanto basta per far innervosire il gigante bosniaco. Il resto della squadra li segue a ruota, con il numero degli ammoniti che ammonta a sei. Un punto importante, quindi, per Martusciello, che dà da riflettere a Spalletti sul come affrontare questi match sporchi e ruvidi come non mai.

Qualche stop di troppo

La squadra è forte, il tecnico è riuscito a dare equilibrio ed esaltare i suoi giocatori migliori. Nonostante tutto a questa squadra manca la mentalità e la cattiveria per vincere partite del genere e tenere il passo di una squadra che, invece, non sbaglia praticamente mai. Lo scudetto è possibile ma, andando avanti così, ancora lontano.

Empoli-Roma 0-0

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Veseli, Bellusci, Costa, Pasqual; Krunic (dal 55’ Tello), Diousse (dal 75’ Buchel), Croce; Saponara; Gilardino (dal 68’ Maccarone), Pucciarelli. A disp.: Pelagotti, Zambelli, Dimarco, Barba, Cosic, Mauri, Pereira, Buchel, Tello, Mchedlidze, Marilungo. All.: Giovanni Martusciello.

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Emerson (dal 53’ Bruno Peres), Manolas, Fazio, Ruediger (dal 68’ Juan Jesus); Paredes, De Rossi (dall’83’ Perotti); Salah, Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko.A disp.: Alisson, Lobont, Strootman, Gerson, Iturbe. All.: Luciano Spalletti.

Arbitro: Di Bello

Marcatori:

Ammoniti: 11’ Veseli (E), 18’ Bellusci (E), 30’ Manolas (R), 35’ Pasqual (E), 63’ Diousse (E), 67’ Gilardino (E), 67’ De Rossi (R), 76’ Tello (E), 93’ Salah (R)