Spalletti chiama Florenzi: “Domani ti aspetto all’allenamento”

Spalletti chiama Florenzi: “Domani ti aspetto all’allenamento”

Domina la serenità in casa Roma: Spalletti, orfano di Florenzi, convoca il giocatore infortunato all’allenamento

Le vittorie hanno riportato entusiasmo dentro e fuori l’ambiente Roma. Le ottime partite di questo inizio di stagione hanno dato vitalità ad un progetto che sembrava lentamente spegnersi. Anche il tanto criticato Dzeko ha ritrovato sé stesso: 10 reti in 10 presenze. Il bosniaco, oggetto misterioso la scorsa stagione, ha ritrovato fiducia nei suoi messi diventando l’arma in più di questa stagione. Tutto, dunque, per la squadra di Spalletti sembra girare per il meglio ultimamente, eccetto il brutto infortunio di Alessandro Florenzi.

Siparietto

Il giovane calciatore “tuttofare”nel turno infrasettimanale è stato vittima di un brutto incidente sul campo che gli ha causato la rottura del legamento crociato. Il numero 24 della squadra di Spalletti si è sottoposto in questi giorni all’intervento chirurgico e dovrà rimanere fuori per lungo tempo. Il giocatore romano non ha perso però fiducia e serenità. A raccontarlo è lo stesso allenatore giallorosso che, in conferenza stampa, ha rivelato il divertente dialogo tra i due: “Dopo l’infortunio, l’ho chiamato e gli ho detto ‘Alessandro ti aspetto domani per l’allenamento alle 15’. E lui si è messo a ridere. la cosa fantastica è che poi lui mi ha richiamato il giorno dopo alle 14.30 e mi ha detto: ‘Mister, oggi proprio non ce la faccio…'”.

Prossima sfida

L’attenzione comunque rimane sempre sulla partita di questo pomeriggio. La Roma di Spalletti è, infatti, attesa ad Empoli. Per i giallorossi servirà una vittoria per poter rimanere aggrappata alla Juventus. La fiducia è alle stelle e, come dimostra il tecnico toscano, anche l’armonia nello spogliatoio è ottima. I giallorossi, però, dovranno dimostrarsi abili ancora una volta ad evitare le insidie di una trasferta difficile. La squadra di Martusciello fatica molto, soprattutto in fase offensiva, ma un calo di concentrazione potrebbe costare molto caro ai capitolini.