F1 Messico: beffa Ferrari! Cancellato il podio di Vettel

F1 Messico: beffa Ferrari! Cancellato il podio di Vettel

I commissari di gara retrocedono Vettel per il duello con Ricciardo. Il ferrarista scende dal podio e si risveglia quinto nel GP del Messico

Doveva essere una delle poche note lieti della stagione di Formula Uno che si sta avviando alla conclusione. Il concitato finale del GP del Messico, che aveva regalato il podio a Sebastian Vettel, è stato nuovamente ricostruito durante la notte. Penalità di 10 secondi per il tedesco della Ferrari, che scivola dal terzo al quinto posto nell’ordine di arrivo. Un’illusione di poche ore, che meglio di ogni altro fotografa l’annata di Vettel e della scuderia di Maranello

Un podio riscritto troppo volte

Dietro alle due Mercedes di Hamilton e Rosberg, ancora in lotta per il titolo e che di fatto partecipano ad un campionato a parte, è successo di tutto nel finale del Gran Premio messicano. In primo momento era infatti Max Verstappen ad aver chiuso sul terzo gradino del podio, a bordo della sua Red Bull. A fine gara però l’olandese è stato penalizzato di 5 secondi per taglio di chicane durante l’attacco che Sebastian Vettel gli aveva portato al 68° giro.

Vettel sul podio e festa Ferrari? Nulla di fatto. Poche ore dopo infatti i giudici di gara hanno esaminato l’operato del pilota tedesco riscontrando delle irregolarità. Il ferrarista è stato penalizzato di 10 secondi e retrocesso di due posizioni per aver cambiato direzione in frenata nel duello con Ricciardo. Il terzo posto è andato così dell’australiano che precede Verstappen e lo stesso Vettel.

L’amarezza degli uomini della Ferrari

“Purtroppo siamo stati penalizzati da una decisione che ritengo troppo pesante e, per certi versi, ingiusta”. Ha commentato il team principal della Ferrari Maurizio Arrivabene. “Poteva essere una giornata dal sapore speciale, con un podio meritatissimo che ci è stato tolto dalla burocrazia. Tutta la squadra aveva dimostrato carattere rimanendo unita e concentrata in un momento difficile. La strategia ci aveva permesso di recuperare posizioni, i due piloti hanno fatto un ottimo lavoro”.

Poche parole per Sebastian Vettel, che si è difeso così dallo scontro con Ricciardo: “Lo rispetto moltissimo e non è bello quando due macchine si toccano. A mia difesa posso dire che stavo lottando con tutte le forze. Ho cercato di lasciargli comunque un minimo di spazio e penso di averlo fatto”.

LE DICHIARAZIONI AL VETRIOLO DI VERSTAPPEN

LE PAGELLE DEL GP DEL MESSICO