The Italian Job: l’ottobre da favola di Conte e Mazzarri

The Italian Job: l’ottobre da favola di Conte e Mazzarri

Si chiude col botto il miglior mese per gli allenatori italiani in Premier League. Vincenti, imbattuti e in crescita

Non so se tutti hanno capito Ottobre la tua grande bellezza: nei tini grassi come pance piene prepari mosto e ebbrezza, prepari mosto e ebbrezza…”. Con gli splendidi versi di Guccini, gli allenatori italiani impegnati in Premier League salutano il miglior mese dall’inizio della stagione. Dopo la partenza choc, con l’esonero di Guidolin, il bilancio di ottobre recita 7 vittorie, 4 pareggi e 1 sola sconfitta. Un cambio di rotta dopo il pessimo settembre guidato dall’urlo di Conte, solo vittorie per lui in questi 31 giorni. Mazzarri prosegue nella sua imbattibilità mentre Ranieri sta ritrovando le sue Foxes. Ladies and gentleman, a voi la 10/a giornata degli allenatori italiani in Premier League. A voi The Italian Job.

Point Break Foxes, il muro sta tornando

Tottenham-Leicester 1-1 [44’ Janssen rig. (T), 48’ Musa (L)]

No easy way out. Non c’era alcuna via d’uscita per il Leicester di Claudio Ranieri. Per dare continuità all’ottima vittoria casalinga contro il Crystal Palace, strappare almeno un punto a White Hart Lane era di vitale importanza. Ad un dei primi e decisivi crocevia stagionali, le Foxes non hanno tradito. In casa del Tottenham arriva il primo punto stagionale in trasferta, conquistato con forza e sofferenza, conquistato alla Leicester. Per la prima volta in stagione, i campioni d’Inghilterra fanno punti alla vigilia di un appuntamento con la Champions. Un aspetto non banale, che potrebbe significare grande crescita per il prosieguo dell’annata.

Gli Spurs, alla loro maniera, hanno provato a fare la partita dal primo minuto. Grande mole di gioco costruita e tante occasioni create. Il Leicester però non è più lo “scolapasta” di qualche settimana fa e alza finalmente il muro della trinità Schmeichel-Huth-Morgan. Il generoso calcio di rigore di Janssen viene impattato dal secondo gol consecutivo di Musa. Contro il WBA un solo obiettivo: tornare nella metà sinistra della classifica.

La miglior partenza di sempre

Watford-Hull City 1-0 [82’ Dawson aut.]

Sono trascorse 10 giornate, novembre è alle porte e il Watford ha gli stessi punti del Manchester United. Potrebbe sembrare un quiz da “cancella la risposta sbagliata” ma è tutto vero. Lo scorrere rapido del campionato inevitabilmente cambierà queste gerarchie, ma non ditelo a Walter Mazzarri. Il tecnico toscano si gode l’ottimo lavoro svolto fino a questo momento, che vale la miglior partenza di sempre per la storia del club. La svolta proprio contro i Red Devils, con 4 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta negli ultimi 7 incontri.

Quella contro l’Hull City è stata una delle migliori prove stagionali degli Hornets. Pressing, ripartenze e controllo assoluto della propria metà campo. L’autogol di Dawson a pochi minuti dalla fine è la giusta ricompensa per gli uomini di Mazzarri per aver dominato il match. Con questa classifica forse anche Anfield Road incute meno terrore.

Walter Mazzari ringrazia i tifosi al termine della vittoria sul West Ham FOTO@watfordfc
Walter Mazzari ringrazia i tifosi al termine della vittoria – fonte: Twitter @watfordfc

Premier League Manager of the Month

Southampton-Chelsea 0-2 [6’ Hazard (C), 55’ Diego Costa (C)]

I numeri? 12 punti, 9 gol fatti, 4 vittorie e 0 gol subiti. Basta pochissimo per sintetizzare il fantastico mese di ottobre di Antonio Conte e del suo Chelsea. Quando addirittura si rincorrevano possibili voci di un esonero, il tecnico salentino ha ripreso in mano la squadra, diventando il miglior allenatore del mese. Il 3-4-3, la difesa imperforabile, gli esterni a tutta fascia e quei due mostri lì davanti. La metamorfosi dei Blues è completa e il -1 dalla vetta rende tutto ancor più dolce.

Dopo soli 6 minuti il mago Hazard aggira il trappolone St Mary, spalancando le porte alla vittoria dei suoi. Il Southampton, che era imbattuto in Premier negli ultimi 6 incontri, nella ripresa si arrende alla perla a giro di Diego Costa, capocannoniere del campionato.  L’Everton allo Stamford Bridge l’avversario giusto per mettere il punto interrogativo. Una storia già vista che però solo novembre potrà raccontarci.

diego_costa_goal_vs_southampton_2_0