Diks: “Dani Alves è il mio idolo, quando gli chiesi la maglia…”

Diks: “Dani Alves è il mio idolo, quando gli chiesi la maglia…”

Il nuovo arrivato alla Fiorentina Kevin Diks racconta un episodio della prima giornata di torneo. Il protagonista? Dani Alves.

Almeno per adesso l’avventura italiana di Kevin Diks non è decollata. Il terzino della Fiorentina, arrivato quest’estate dal Vitesse, ha collezionato solo una presenza stagionale. E’ ancora giovane e, ovviamente, il tempo per giocare ci sarà. Nel frattempo Diks ha comunque l’opportunità di osservare da vicino il grande calcio e i suoi campioni.

Nella lista delle preferenze del terzino c’è Dani Alves. L’ex Barcellona rappresenta per molti un vero e proprio tutor nel ruolo. E forse non è un caso che la prima giornata di campionato sia stata proprio Juventus-Fiorentina. L’incontro con Dani Alves è subito divenuto realtà, come spiega il giocatore al giornale olandese Voetbal International.

Incontro negli spogliatoi

Lui mi ha chiesto di seguirlo nello spogliatoio della Juventus ma avevo paura, poi gli ho detto che ero appena arrivato dall’Olanda per giocare nella Fiorentina e gli ho chiesto: Mister Alves, posso avere la tua maglia? Sei il mio idolo”, ha raccontato Diks al quotidiano.

Alves non si è fatto pregare ed ha incoraggiato il ragazzo: “Lui si è messo a ridere ma è stato molto gentile, mi ha chiesto se volessi due magliette e mi ha fatto i suoi auguri per la mia avventura con la Fiorentina”.

Un sogno che si realizza. O quantomeno il primo di tanti: “Per me è stato un grande momento, la sua maglietta per ora è nell’armadio ma presto l’appenderò alla parete. Un giorno spero di diventare come Dani Alves”.

In Italia per sfondare

Prima dell’approdo alla Fiorentina Diks aveva giocato in Eredivisie unicamente con la maglia del Vitesse. Il ragazzo ha vestito la casacca del club olandese per tutto l’arco delle giovanili, prima di esordire in campionato nel 2014.

Durante le due stagioni in prima squadra sono arrivate 56 presenze e due reti nel torneo, firmate contro Groningen ed Excelsior. Per ora in maglia viola pochissimo minutaggio ma le qualità del terzino promettono bene. E magari, nel segno di Dani Alves, in futuro arriveranno molte soddisfazioni.