SHARE
(fonte foto: acmilan.com)

Pato ricorda i bei momenti trascorsi con la maglia del Milan. Da Ronaldo a Kakà passando per il primo incontro con Carlo Ancelotti

L’INCONTRO

Alexandre Pato, attaccante del Villarreal, nel corso di un’intervista concessa a Fox Sports ha ricordato le prime sensazioni in maglia rossonera. Il primo aneddoto riguarda l’incontro nello spogliatoio del Milan con i suoi compagni di squadra per la prima volta: “Mi ricordo oggi quando sono arrivato, a 17-18 anni. Nello spogliatoio c’eravamo io e Ronaldo e Maldini ai miei lati. Di fronte c’era Kakà. Arriva Ronaldo e mi chiede come sto. Poi mi dice devi decidere. Se tu devi andare con me ed entrare nel mio gruppo e mi ha mostrato una rivista di Playboy. O se vuoi entri nel gruppo di Kakà dove in spogliatoio aveva un po’ di cose della chiesa.  In quel momento  non sono cose che ti aspetti da un giocatore che usavi alla PlayStation e con cui avrei giocato, però sono stati dei momenti importanti”.

CARLO ANCELOTTI

Acquistato dal Milan nell’estate del 2007 il “Papero” ha potuto disputare partite ufficiali in maglia rossonera solo a partire dal gennaio 2008 a causa delle norme FIFA. Pato racconta così anche il primo incontro con Carlo Ancelotti: “Sono arrivato al Milan e dovevo fare un po’ di test medici. Quando sono andato a fare la visita oculistica mi hanno messo dei colliri negli occhi. A Milanello non riuscivo ad aprire gli occhi. Quando ho incontrato Ancelotti per la prima volta a Milanello avevo gli occhi chiusi. Si vede anche in qualche foto che c’è in rete. E pensavo ‘non posso fare queste figure’ (ride, ndr)”.

Pato sembra rinato in Spagna con la maglia del Villarreal insieme ai due italiani Soriano e Sansone. Il club valenciano si trova attualmente al quinto posto a cinque punti dal Real Madrid primo in classifica.