Napoli-Lazio 1-1: cronaca, tabellino e pagelle

Napoli-Lazio 1-1: cronaca, tabellino e pagelle

Così come aveva detto Inzaghi, la Lazio non ha nessuna intenzione di regalare la partita al Napoli e a dimostrarlo sono i primi 45′ minuti della gara. Il primo quarto d’ora regala subito molte emozioni grazie ai numerosi ribaltamenti di fronte. Alla lunga, però, sono i padroni di casa a prendere in mano la partita e a cercare di costruire il gioco. La Lazio, complice il nuovo modulo, fatica un po’ di più in fase di possesso, ma si affida spesso all’arma del contropiede per sorprendere gli avversari. I partenopei provano con più insistenza a cercare il gol del vantaggio, ma le conclusioni dalla distanza di Mertens finiscono tutte sul fondo. Al rientro negli spogliatoio il punteggio è ancora i parità e l’impressione è che i due allenatori debbano cercare soluzioni diverse per sbloccare la partita.

La seconda frazione di gioco inizia in modo più blando rispetto alla prima, ma dopo cinque minuti Hamsik sblocca il match. Una grande incursione del centrocampista napoletano porta in vantaggio i partenopei. Vantaggio che, però, dura solo pochi minuti perchè puntale arriva il pareggio di Keita. I padroni di casa, in cerca della vittoria, si spingono in avanti ma non riescono a trovare la via del gol, complice anche l’ottima patita del portiere avversario. Gli azzurri non riescono ad andare oltre l’uno ad uno per la gioia della squadra ospite. Un risultato che sta stretto a Sarri ed al suo Napoli, che avrebbe voluto sicuramente qualcosa di più.

Tabellino

Napoli-Lazio 1-1

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik (87′ Allan); Callejon (81′ El Kaddouri), Mertens, Insigne (67′ Gabbiadini). All: Sarri

Lazio (3-5-2): Marchetti; Basta, Wallace, Radu; Felipe Anderson, Milinkovic, Biglia, Parolo, Lulic (78′ Patric); Keita (83′ Djordjevic), Immobile (87′ Immobile). All: S. Inzaghi

Ammoniti: 28′ Parolo (L), 51′ Radu (L)

Espulsi: –

Marcatori: 52′ Hamsik, 54′ Keita

Pagelle Napoli

Reina 5: Grave errore per l’esperto portiere spagnolo, poco reattivo sul gol del pareggio. Un errore che costa caro ai suoi compagni.

Hysaj 5.5: Troppi errori per il laterale albanese. L’ex Empoli faticaa contenere gli attacchi laziali e in fase di costruzione commette troppi errori.

Chiriches 5.5: Buona l’intesa con Koulibaly, ma in occasione del gol laziale non chiude tempestivamente su Keita.

Koulibaly 6.5: Molta sicurezza e nessuna sbavatura. Il difensore partenopeo dà tranquillità al reparto evitando guai peggiori.

Ghoulam 6: Spinge e dà un grande apporto in fase offensiva. Così facendo costringe Felipe Anderson a dovergli stare vicino evitando così troppo compiti difensivi.

Zielinski 6: Qualità e quantità al servizio della squadra. Buona partita del polacco che cerca molto spesso l’inserimento.

Diawara 6.5: Detta i ritmi del centrocampo, fa girare la squadra ed è ottimo sia in fase difensiva che offensiva. Una certezza per il futuro del Napoli.

Hamsik 7: Opaco nel primo tempo, nella seconda frazione accede la luce. Il capitano partenopeo trova la rete con un grande inserimento e decide di prendere per mano la squadra.

Callejon 5.5: Partita sottotono per lo spagnolo. Al Napoli mancano i suoi tagli ed i suoi inserimenti. Un po’ troppo nascosto questa sera non riesce ad incidere.

Mertens 6: Nel primo tempo cerca la rete con insistenza da prima punta staccandosi dalla linea difensiva avversaria e cercando la conclusione da fuori. Con il passare del tempo diventa meno incisivo ma cerca comunque di mandare in porta i suoi.

Insigne 5.5: La voglia di far bene c’è è si vede, ma l’esterno napoletano non riesce ad essere incisivo. Cerca spesso la giocata, ma la condizione fisica non è delle migliori.

Pagelle Lazio

Marchetti 6.5: Attento e sicuro. L’estrem difensore biancoceleste non si fa sorprendere ed è sempre concentrato. Numerose le parate del portiere laziale, incolpevole sul gol del Napoli.

Basta 5.5: Fatica a contenere l’asse Insigne-Ghoulam soprattutto nel primo tempo. Con il passare del tempo prende le misure e ritrova sicurezza.

Wallace 6: Guida con sicurezza la difesa laziale e si fa sempre trovare pronto. Una nuova certezza per la difesa biancoceleste.

Radu 6: Tiene bene la posizione e rischia poco. Una buona partita per il difensore laziale, bravo ed attento in fase difensiva.

Felipe Anderson 5.5: Il cambio modulo sfavorisce il brasiliano, troppo lontano dalla porta e troppo preoccupato della fase difensiva. Il numero 10 fatica ad incidere e fatica in fase di copertura.

Milinkovic 6: Dà una grossa mano in mezzo al campo. Il giovane laziale usa le qualità fisiche ed in fase di rottura è di fondamentale importanza per i suoi.

Biglia 5: Nei cinque di centrocampo l’argentino non riesce a trovare la giusta posizione e la costruzione del gioco laziale ne risente. Cerca di dare maggior apporto in fase difensiva ma è troppo poco.

Parolo 6.5: Si sacrifica e corre su tutti i palloni. A guidare il pressing è sempre lui. Sembra instancabile ed anche negli inserimenti offensivi non manca mai.

Lulic 6: Partita difficile per il bosniaco che si limita al cosiddetto “compitino” senza eccedere troppo.

Keita 7: E’ il faro della Lazio in avanti. Sulla sua velocità e sul suo dribling si affidano le ripartenze dei biancocelesti. E proprio da unadi queste nasce il gol pareggio.

Immobile 6: Lotta, sgomita e tiene su il pallone. Gli manca il gol ma l’apporto che dà alla squadra è fondamentale.