Inter, il mister in 48 ore. Ma quella lite Pioli-Candreva…

Inter, il mister in 48 ore. Ma quella lite Pioli-Candreva…

Negli ultimi giorni sono rimbalzate le voci riguardanti un vero e proprio casting per la scelta del nuovo allenatore dell’Inter. Ipotesi rigettata con forza da Ausilio: “Ogni tanto c’è del cinema attorno a quello che succede all’Inter”. Il direttore sportivo ha escluso l’influenza di Joorabchian nella scelta del nuovo tecnico. Secondo quanto riferito dal ds i profili valutati sono tre oltre al mister della primavera Vecchi, attualmente al comando della squadra.

Poche ore fa è apparso un comunicato della società. “Fc Internazionale comunica che nelle prossime 48 ore verrà annunciato il nome del nuovo tecnico del club. In questi giorni si sono succeduti diversi incontri che sono la prassi quando un club ha un dovere di trovare una guida sicura e certa per il futuro della squadra. Parallelamente verrà reso noto un cambio a livello dirigenziale”.

SCINTILLE FRA PIOLI E CANDREVA

Oltre alla scelta del nuovo allenatore ci sarà dunque un avvicendamento ai vertici. L’indiziato numero uno è il CEO Bolingbroke, il cui divorzio appare imminente. Per quanto riguarda il capitolo allenatore le indiscrezioni descrivono un Pioli in pole position. L’annuncio dell’allenatore ex Lazio, che ha l’endorsement dei dirigenti italiani, sembrava questione di ore. Di differente avviso il gruppo Suning, che non è convinto della scelta e preferirebbe l’ex Villarreal Marcelino.

La rosa nerazzurra, per conformazione, sarebbe estremamente adattabile alle idee di calcio di Pioli. L’ex Lazio ha dimostrato di saper tenere in mano un gruppo dalle spiccate personalità. Da ricucire il rapporto con Candreva, deteriorato negli ultimi mesi alla Lazio. Pioli aveva infatti tolto la fascia da capitano all’esterno romano, affidandola a Biglia: “Stefano Pioli non mi ha dato spiegazioni, a quel punto sono salito in camera, ci ho pensato e gli ho detto che se non sono pronto per fare il capitano non posso fare neanche il vice”. Questo lo sfogo di Candreva nella sua prima intervista da calciatore dell’Inter.