Kia Joorabchian, l’uomo dietro il casting Inter

Kia Joorabchian, l’uomo dietro il casting Inter

Alla scoperta di Kia Joorabchian, il partner di Suning. Dalla grande influenza sul mercato dell’Inter alla spinta per Marcelino sulla panchina nerazzurra. Ma chi è davvero Kia, il consulente dei cinesi di Suning Commerce Group?

Una presenza ingombrante ed importante nel mercato estivo dell’Inter. Ora una voce che spinge per la candidatura di Marcelino sulla panchina della squadra nerazzurra. Kia Joorabchian sta sempre più aumentando la propria influenza sul club di Suning. Ormai ai livelli di Raiola e Jorge Mendes: ma chi è questa figura così rilevante sul calciomercato e ora sulle scelte burocratiche dell’Inter?

MSI E BRASILE

Kia Joorabchian è iraniano, nato nel 1971, ma il giorno della nascita resta un mistero: i due passaporti, quello quello britannico e quello canadese, dicono rispettivamente 14 e 25 luglio. Kia nasce in Iran ma cresce in Gran Bretagna. Dopo le superiori si trasferisce a New York e fonda l’MSI (Media Sports Investments) assieme a numerosi imprenditori russi. Grazie a questo fondo d’investimento, Kia si troverà a controllare attorno al 2004  i maggiori talenti brasiliani, tra cui Robinho, e l’intero mercato del Corinthians.

Joorabchian riuscirà a portare Carlos Tevez e Javier Mascherano al club brasiliano per una cifra monstre, per poi portarli entrambi al West Ham. In una trattativa però con una cifra mai esistita: il West Ham infatti ha acquistato i due pagando un affitto annuale a MSI. La corsa a Londra dei due è però breve. Il primo andrà allo United, che non pagherà nulla al West Ham, ma tratterà direttamente con MSI. Il secondo invece partirà verso Liverpool.

Ogni passaggio di proprietà di Carlos Tevez funzionerà alla stessa maniera: tutto controllato da Kia Joorabchian. Oltre all’ex Juve, l’MSI ha un’enorme quantità di giocatori brasiliani: da Kakà a Pato, da Julio Cesar a Felipe Anderson. Il trasferimento di Kakà al Real Madrid fu gestito proprio da Kia.

L’INTER DI SUNING (E KIA)

Kia Joorabchian è stato parte integrante del mercato estivo dell’Inter. Presentatosi come consulente di Suning Commerce Group, Kia è l’uomo chiave per la trattativa Inter-Joao Mario. Inoltre tratta direttamente con Doyen per l’acquisto di Gabriel Barbosa, portando l’Inter in vantaggio su tutti gli altri club. Porta sulla panchina nerazzurra Frank De Boer, suo assistito, con un sostanzioso contratto.

Kia stringe una forte alleanza con Suning quando porta numerosi calciatori alla corte del club Jiangsu Suning: a cominciare da Jo’, per proseguire con Ramires, terminando con l’acquisto di Alex Teixeira dallo Shaktar Donetsk. Brasiliano che sarebbe dovuto finire in prestito all’Inter nel caso in cui non fosse arrivato nessun big in quel di Milano.

Kia Joorabchian sembra ormai destinato ad essere partecipe ad ogni decisione importante presa dal club nerazzurro. L’agente infatti sta spingendo nelle ultime ore sulla scelta di Marcelino, ex allenatore del Villareal) per la panchina della Beneamata. Uno spagnolo che prende sempre più piede nella corsa per la panchina dell’Inter, proprio grazie all’influenza di Kia.  L’Inter è di proprietà di Suning, ma Kia vuole avere una forte voce in capitolo. Il futuro dell’Inter è passato, passa e passerà ancora da Kia Joorabchian.