La chiesa si allontana da Manchester

La chiesa si allontana da Manchester

Jurgen Klopp - Fonte profilo Twitter ufficiale Liverpool
Jurgen Klopp – Fonte profilo Twitter ufficiale Liverpool

Un celebre allenatore della nostra Serie A nei passati anni parlava di “chiesa al centro del villaggio”. Ad agosto questa era l’aria che tirava in Premier League. Mourinho e Guardiola, alla guida delle due corazzate City e United, erano pronti a riportare l’epicentro del campionato in cima al colle Mamucium. Dopo undici giornate la situazione è invece tutt’altro che serena. La classifica racconta di un Manchester United che dopo l’ultimo successo contro lo Swansea ha agganciato l’Everton malmenato dal Chelsea. Otto punti dalla capolista.

Il panzer di Guardiola, temprato dall’avventura bavarese, parte a razzo ma comincia a zoppicare. In Champions League ha distrutto il Barcellona. Poi si è fermato sul pari contro il Middlesbrough. In casa. In campo c’erano Aguero, De Bruyne, Gundogan, Silva e Navas. A pareggiare i conti l’ex atalantino De Roon.

FRA CONTE E KLOPP

Le prime due posizioni sono occupate non da uno spagnolo e un portoghese, ma da un italiano e un tedesco. Il Chelsea di Antonio Conte, dopo un periodo di rodaggio, macina chilometri e gioco. Da quando si è lasciato alle spalle la difesa a quattro non ha più perso. Retroguardia a tre uomini, Alonso e Moses sulle fasce e tridente bene assortito. Fase offensiva fondata sulla corsa di Pedro, la tecnica di Hazard e la cattiveria di Diego Costa. Cinque vittorie consecutive e primato per una notte.

In testa il controsorpasso di Klopp. Il nuovo eroe del Merseyside è un gigante tedesco, scarpe grosse e cervello fino. Sepolto il Watford di Mazzarri con sei reti e primato consolidato. A Londra si mangia le mani Wenger, fermato sul pari dal Tottenham. I Gunners perdono terreno sulla vetta, acciuffati da Harry Kane.

L’epicentro della Premier League si allontana dal magnum castrum romano. Il City rimane a due lunghezze dalla vetta ed ha tutto il tempo di rimontare, più complicata la situazione dei Red Devils. Ad Old Trafford si continua a tribolare dal giorno dell’addio di Sir Alex Ferguson. Quello che sembrava essere un duopolio senza storie si sta dimostrando un’avventura da seguire con attenzione. Con possibile – probabile – plot twist finale.