SHARE

È finita l’avventura di Roberto Stellone in terra pugliese. L’ex allenatore del Frosinone paga l’andamento poco entusiasmante e deludente della sua squadra. A prendere il suo posto sarà Stefano Colantuono, chiamato per risollevare le sorti del club biancorosso. L’obiettivo per il nuovo allenatore sarà quello di reindirizzare la brutta piega delle ultime giornate, riportando Bari a lottare per la promozione. Era questo l’obiettivo che si era prefissata la società ad inizio stagione. Un obiettivo che Stellone non ha mai dato l’impressione di poter raggiungere. Adesso tocca a Colantuono rilanciare il Bari e rilanciare sé stesso.

L’altalena di Stellone

Una promozione ed un buon campionato di Serie A con il Frosinone. Questi erano i punti del curriculum di Stellone che avevano convinto il Bari a puntare su di lui per raggiungere la massima serie. Ma l’andamento altalenante della sua squadra e l’undicesima posizione hanno spinto la dirigenza del Bari ad optare per il cambio tecnico. Stellone paga lo scarso feeling con la squadra. Le prime tre giornate avevano già dato dei segnali: un pareggio, una vittoria ed una sconfitta. Il carico di lavoro ed il poco tempo avuto a disposizione erano le attenuanti. Attenuanti che sono pian piano svanite dopo una serie negativa lunga ben 5 partite. Il Bari di Stellone era riuscito a risollevarsi contro il Trapani, ma la vittoria non è riuscita a dare slancio alla squadra. In seguito due sconfitte in tre partite. L’ultima, costata cara all’ex Frosinone, contro il Latina. Solamente 16 punti dopo 13 giornate, un bottino lontano dalle richieste di inizio stagione. A Colantuono il compito di migliorare la classifica del Bari e di cercare la qualificazione ai playoff.

L’esperto Colantuono

Una squadra in cerca di riscatto ed un allenatore in cerca di riscatto. Così come il Bari, anche Colantuono ha voglia di dimostrare le sue qualità. L’ultima parentesi ad Udine è costata cara. Esonerato nel marzo scorso, aveva lasciato i friulani ad un passo dalla retrocessione dopo il sorprendente inizio. Colantuono sa di poter tornare ad allenare ad alti livelli e lo sa anche la società barese. L’allenatore romano è un esperto di promozioni. Con l’Atalanta ne ha conquistate ben due (2005/06 e 2010/11), vincendo il campionato in entrambe le occasioni Un uomo che conosce molto bene la strada per la Serie A. Questa volta sarà più difficile. Prendere un gruppo in corsa e invertire la rotta. Le qualità e la voglia ci sono, così come il tempo per lavorare.