Ancora fuori Pellè: “Può tornare, ma deve riflettere”

Ancora fuori Pellè: “Può tornare, ma deve riflettere”

Tra i tanti esclusi da Giampiero Ventura c’è anche Graziano Pellè. Il ct non ha dimenticato il brutto gesto dell’attaccante nei suoi confronti e gli ha chiuso le porte per le prossime partite. Nemmeno il forfait di Gabbiadini ha fatto ripensare l’ex allenatore del Torino su una sua possibile convocazione. A sostituire l’attaccante napoletano sarà Gianluca Lapadula, in gol nella vittoria del Milan a Palermo. Il rossonero completerà il reparto insieme a Immobile, Pavoletti, Zaza, Eder e Belotti.

Educazione

La mancata stretta di mano continua a costare cara a Pellè. Cacciato dopo Italia-Spagna dal ritiro azzurro, anche questa volta l’ex Southampton dovrà vedere la partita dal divano di casa. In conferenza stampa, il tecnico della Nazionale è tornato sull’argomento. Per Ventura non è un’esclusione definitiva, ma un’occasione per riflettere: “Definitivamente non esiste. Come detto l’ultima volta, credo che poteva essere utile fargli fare una pausa di riflessione. Se l’avessi convocato non gli avrei dato il tempo di riflettere”. Le scuse di Pellè, al termine della partita con la Spagna, non sono bastate. L’attaccante ora dovrà darsi da fare per riconquistare i tifosi ed il ct della sua nazionale.

Serve di più

Intanto, in Cina, Graziano Pellè continua a segnare. Pagato a peso d’oro dallo Shandong Luneng, al termine degli Europei, l’ex Lecce non sta facendo rimpiangere i milioni spesi per lui. In 13 presenze con la maglia del club asiatico ha messo a segno 5 reti, alcune delle quali di pregevole fattura. Il campionato non è certamente uno dei più competitivi, ma si sta pian piano evolvendo. Per tornare in Nazionale, però, Pellè dovrà fare qualcosa di più. Non bastano poche prestazioni di livello nel campionato cinese. Così come non bastano per Sebastian Giovinco in quello americano. Il ct Ventura chiede molto di più anche perché la concorrenza là davanti si fa agguerrita.