SHARE
Iphone Apple - Fonte: Apple Official
Iphone Apple - Fonte: Apple Official

Ad Apple mancava solo e soltanto la televisione, a stretto giro di posta però anche quel vuoto verrà colmato. Come? Semplicemente grazie ad un’unica app: TV. Essa conterrà tutto un portafoglio di canali e contenuti esclusivi a cui gli utenti della “mela” potranno accedere, il tutto rigorosamente a pagamento, si intende. È stato il momento più importante dell’ultimo KeyNote “Hello Again” ed è molto probabile che nel mezzo ci siano anche delle aperture dell’azienda di Cupertino riguardo il mondo del calcio. A tal proposito, quest’oggi sul quotidiano La Repubblica viene così spiegata tale innovazione: “Per sapere quale match di calcio poter vedere. TV, infatti, ha a disposizione un catalogo vastissimo su cui compiere la ricerca. Anche perché in grado di ricevere le dirette televisive live della tv tradizionale, sia in chiaro che pay, e di integrarle all’interno della propria piattaforma, come fossero contenti aggiunti nella propria libreria”.

Il progetto della Apple per contrastare Netflix e Amazon

Il progetto è ancora in fase di evoluzione e la versione della app in considerazione è ancora una “beta testing”. Quello però che in molti appassionati, Apple e non solo, si stanno chiedendo è: “quanto verrebbe a costare l’abbonamento?”. La sensazione è che l’azienda statunitense potrebbe orientarsi verso un prodotto che ricalchi il profilo dei suoi più diretti concorrenti come Netflix e Amazon, i cui contenuti, tra l’altro, non sono disponibili sulla app di Apple. I diktat di TV appaiono chiari: unificare l’utenza televisiva troppo spesso sballottata tra servizi a pagamento relativi ai canali satellitari, quelli gratuiti del digitale e le dirette in streaming sul web. Qualcosa su cui anche Sky in passato aveva provato a spingersi, salvo poi ritrovarsi a ripiegare su Skygo e, recentemente, Skygo Plus.