Lumezzane: Fiory come Morrison, arrestato durante l’allenamento

Lumezzane: Fiory come Morrison, arrestato durante l’allenamento

Gianmarco Fiory, secondo portiere del Lumezzane, è stato arrestato mentre si allenava

Nel bel mezzo degli anni 70 non ci si sarebbe sorpresi di un arresto durante una esibizione musicale. Jim Morrison ha fatto scuola in questo senso, venendo arrestato più volte sul palco. A distanza di quasi 50 anni, una scena simile seppur in ambito diverso, è accaduta ad uno sportivo. Gianmarco Fiory, secondo portiere del Lumezzane, è stato prelevato dai carabinieri durante gli allenamenti e condotto agli arresti domiciliari. Una storia sicuramente triste per l’ex Juventus, che aveva già ricevuto una denuncia per stalking dalla ex fidanzata. Il portiere, nonostante il divieto imposto dal gip di Pavia, si sarebbe avvicinato alla ragazza più volte. Azioni di disturbo, telefonate e pedinamenti che hanno portato all’arresto del 26enne. Una vicenda sicuramente scomoda per tutta la squadra che prepara la delicatissima trasferta di Ancona. La squadra di De Paola infatti è ancorata al 15/o posto in classifica con soli 10 punti in 11 partite.

Le reazioni

Tutto l’ambiente Lumezzane è scosso da quanto visto al campo di allenamento.  Le reazioni a caldo sono arrivate sia dal Presidente Cavagna che dal mister De Paola. Il presidente si è esposto così alla Gazzetta dello Sport: “Saputo della denuncia, avevo raccomandato a Fiory di restare tranquillo e di astenersi dal ripetere atti di questo tipo. Evidentemente le mie parole sono cadute nel vuote, adesso dovrà assumersi le sue responsabilità. La società si dissocia dagli atti compiuti di un suo tesserato fuori dal campo”. Anche Mister De Paola si è detto scosso di quanto è accaduto: “Stavo svolgendo l’allenamento e quasi non mi sono accorto di quanto stava accadendo. Ho visto soltanto quando Fiory è stato portato via dalle forze dell’ordine. Non ho parole”.