SHARE
Max Verstappen infila Kimi Raikkonen alla prima staccata - Fonte: Twitter @redbullracing
Max Verstappen infila Kimi Raikkonen alla prima staccata - Fonte: Twitter @redbullracing

Il Gp del Brasile di Formula 1 rimanda ogni discorso iridato all’ultimo atto di Abu Dhabi. Sotto il diluvio di Interlagos brillano le stelle di Hamilton e Verstappen. Le pagelle del week end brasiliano.

HAMILTON VOTO 10

52 vittorie in carriera. Superato definitivamente Alain Prost, davanti solo la leggenda di Schumacher. Si è svegliato troppo tardi? Forse. Ha sottovalutato il valore del rivale? Sicuramente. Ma ha il merito di tenere il mondiale aperto sino all’ultima corsa, e lo fa dominando dal primo all’ultimo giro senza mai perdere la calma e gestendo il resto della truppa.

VERSTAPPEN VOTO 10

Finalmente il ragazzino è tornato a far discutere tifosi e addetti ai lavori soltanto sul suo sconfinato talento. Penalizzato dal proprio muretto box che gli toglie una seconda piazza sicura, sfruttando la mescola favorevole nel finale regala uno spettacolo che non si vedeva da anni. Traiettorie diverse dal resto della compagnia e sorpassi da urlo: fatta eccezione per Hamilton, ha letteralmente preso a schiaffi tutti gli altri rivali.

ROSBERG VOTO 6

Di posare carta, penna e calcolatrice proprio non ne vuol sapere. La gestione fin troppo oculata del margine sul compagno-rivale sta togliendo un po’ di lustro ad un’impresa che, in caso di successo finale, sarebbe comunque straordinaria. Comprensibile comunque la prudenza del biondo tedesco, che ringrazia il muretto Red Bull per avergli tolto un po’ di pressione in vista del gran finale. Ad Abu Dhabi però, sarebbe bello coronare la stagione da fenomeno con una vittoria.

RICCIARDO VOTO 5

Per la prima volta in stagione ha preso una lezione dal compagno sotto tutti i punti di vista. La terza piazza nel mondiale piloti non è a rischio, ma dopo diverse gare in cui sembrava aver ristabilito le gerarchie all’interno del team, il week end brasiliano lo ha riportato sulla terra. Col giovane Max in squadra c’è poco da stare allegri.

VETTEL VOTO 5

In qualifica viene battuto ancora una volta da Raikkonen, in gara fa e disfa chiudendo con un anonimo quinto posto. La Ferrari forse non era esattamente un esempio di manovrabilità sotto al diluvio, ma di fatto ci mette anche del suo. Decisamente evitabili i piangistei per meteo e sorpasso subito da Verstappen.

RAIKKONEN VOTO 5.5

Ancora una volta molto bene in qualifica, quello che da sempre viene indicato come suo punto debole. In gara si fa beffare allo start da Verstappen, prima di rischiare la pelle con un testacoda del quale sembra più responsabile l’aquaplaning.

MASSA VOTO 10 E LODE

L’ultimo Gp di casa si chiude contro ad un muro dopo una gara anonima. Colpa di una Williams poco performante e forse di uno smalto che non è più quello dei giorni migliori. Ma la scena che regala lungo la corsia box rimarrà per sempre negli annali. Come del resto l’umanità e la bellezza di un uomo che nel paddock ha saputo farsi amare da tutti.

GROSJEAN VOTO 4

Nella storia della Formula 1 resterà per sempre anche l’impresa del francese. Straordinario nel portare la Haas al settimo posto in qualifica, disastroso nel riuscire a schiantarsi nel corso del giro di allineamento.

DIREZIONE GARA VOTO 2

Serve soltanto un ultimo sforzo, un ultimo boccone amaro da mandare giù. Ne manca soltanto una, poi lo strazio sarà finito. Per ora…