Borussia-Bayern: quattro duelli per un match da sogno

Borussia-Bayern: quattro duelli per un match da sogno

Il classico di Germania riassunto in quattro scontri, in vista del big match che avrà luogo sabato tra Borussia Dortmund e Bayern Monaco.

Ci siamo, ancora una volta. La Germania si ferma e trattiene il fiato per la partita che più in assoluto rappresenta lo scontro tra i due volti del Paese. La ricca Baviera contro l’operaia Vestfalia, i campioni del Bayern contro il gioco frizzante del Borussia. Questa volta, però, il match non sembra avere un grande impatto sulla lotta per il titolo. La squadra di Tuchel ha un ritardo di 6 punti maturato in un ottobre senza vittorie ed i campioni in carica, seppur senza lo strapotere degli ultimi anni, hanno già guadagnato la testa della classifica. Nonostante tutto il match rimane romantico e carico di significato, a prescindere dai tre punti in palio al fischio finale.

Come riassumere questo match così sentito? Mai come questa volta la partita sarà scandita da diversi duelli, probabilmente più emotivi che puramente tattici. D’altronde, per uno scontro dalla storia così antica non potevamo che prendere in considerazione dei giocatori simbolo per una sfida di nervi prima ancora che di gol. Ecco, quindi, i duelli che contribuiranno a rendere questa partita ancor più interessante, ancora più emotivamente coinvolgente ed assolutamente imperdibile.

1-Bomber a confronto

Si ammirano, ma sportivamente si odiano. Scherzano tra loro, ma ognuno vuole sempre e comunque prevalere sull’altro. I terminali offensivi delle due squadre sono e saranno in assoluto i pesi che sposteranno la bilancia da un lato o dall’altro. Da una parte Lewandowski: polacco, freddo, implacabile. Dall’altra Aubameyang: cuore caldo africano, imprevedibile, scatenato. La loro sfida non si fermerà al classico ma, come negli ultimi anni, avanzerà gol dopo gol per tutta la stagione alla ricerca del premio a forma di cannone che spetta al bomber più prolifico. Chi la spunterà?

2-Campioni d’Europa

Chi l’avrebbe mai detto? Il Portogallo campione in Francia, davanti al pubblico avversario e con un Ronaldo a mezzo servizio in finale. Tanti sono i talenti messi in luce da questa nazionale e due di questi oggi indossano le maglie delle squadre rivali. Il Bayern ha optato per Renato Sanches, giovanissimo talento capace di abbinare alla corsa e all’intensità di gioco una finissima qualità, riuscendo sempre a fare la differenza a centrocampo. Il Borussia ha invece acquistato Raphael Guerreiro, terzino a tutto campo con un sinistro educato come pochi. Il loro inserimento nei club è stato graduale, ma pian piano stanno iniziando ad accumulare minuti. Impossibile dire se prenderanno parte al match, ma se verranno impiegati la partita potrà beneficiare del talento di due giovani campioni che, seppur ancora in rampa di lancio, hanno già maturato una mentalità vincente.

3-El Clasico

No, non abbiamo sbagliato area geografica. E’ vero, si gioca Der Klassiker, ma in campo molto probabilmente vedremo una spruzzatina di Barcellona-Real Madrid. Un derby nel derby dunque, con due giocatori che si scontreranno ancora una volta dai due lati di una barricata spessa ed invalicabile. Se le sono date di santa ragione in Spagna, non si tireranno indietro in Germania: Bartra e Xabi Alonso stanno affilando i coltelli e porteranno le loro esperienze iberiche in un contesto differente ma altrettanto caldo ed intenso.

4-Traditore o figliol prodigo?

Amati dalla gente, passati al nemico e poi di nuovo a casa. Questo lo strano percorso di due dei protagonisti di questa partita. La storia di Goetze è nota: perle di classe e talento al servizio del Borussia di Klopp, per poi passare al Bayern di Guardiola tacciato da infame. Dopo una graduale involuzione, però, eccolo di nuovo al Westfalenstadion, con la voglia di farsi perdonare dal pubblico che non ha mai digerito il suo tradimento. Lo stesso, con le dovute differenze, è accaduto a Mats Hummels. Cresciuto nelle giovanili dei bavaresi, si trasferisce a Dortmund dove si consacra diventando capitano. Il richiamo di casa si fa però sentire ed oggi rappresenta il baluardo difensivo del nuovo Bayern di Carlo Ancelotti. Sarà curioso assistere all’atteggiamento del muro giallo nei confronti dei due giocatori: sportività o rancore?

Palla al centro

Quattro scontri per fare da anteprima allo scontro finale, quello tra i 22 che scenderanno in campo sabato alle 18.30 al Signal Iduna Park di Dortmund. I campioni ed il cinismo dei detentori del titolo contro il bel gioco e la passione spinta dal tifo travolgente dei padroni di casa. In palio tre punti pesantissimi, ma anche la gloria per chi verrà portato in trionfo in tutta la Germania. Almeno fino al match di ritorno. Appuntamento dunque a sabato, non mancate!