Napoli-Acqua&Sapone, uno spot che esalta il futsal

Napoli-Acqua&Sapone, uno spot che esalta il futsal

Per chi non avesse mai visto un match di futsal consigliamo vivamente Napoli-Acqua&Sapone. Follia, bravura ed emozioni si mixano creando una miscela irrinunciabile.

Prendete la rivelazione del campionato, clamorosamente al primo posto dopo 5 turni e  una salvezza raggiunta in extremis. Ponetela di fronte ad una compagine sulla carta costruita per i vertici ma a sorpresa in crisi di risultati e quindi smaniosa di vincere. Versate il tutto in un palazzetto, il PalaCercola gremito in ordine di posto ed otterrete un Friday Night a dir poco esplosivo. Stiamo parlando della gara andata in scena tra Lollo Caffè Napoli e Acqua&Sapone Unigross nell’anticipo del sesto turno di Serie A Futsal. Un 7-6 ricco di emozioni, capovolgimenti di fronte, destini intrecciati e soprattutto tanto, tanto spettacolo. Il risultato del PalaCercola va ben al di là del 7-6 finale in favore dei campani ma si pone su un piedistallo addirittura più alto.

Uno spot per il futsal

Il match tra Napoli e Acqua&Sapone è semplicemente un mix di emozioni esplosivo in grado di mandare in estasi un popolo e di incollare allo schermo appassionati, e non, di uno sport comunemente conosciuto come Calcio a 5. Il modo migliore e più spettacolare di aprire il fine settimana ma soprattutto un vero e proprio spot in favore del Futsal, uno sport fin troppo sottovalutato.

Le qualità di Crema

La serata di Cercola si presenta immediatamente nel migliore dei modi. Bastano infatti appena 44 secondi per conquistare anche lo spettatore più disinteressato. Schema da calcio d’angolo del Napoli e bordata mancina di Manoel Crema. Il punteggio è già sull’1-0 e il canale della Tv inconsciamente sappiamo già che non cambierà più. Crema la scalda e Manfroi una manciata di secondi dopo rincara la dose. Ancora un tiro da fuori, questa volta il fenomeno Mammarella non può nulla. Cercola dopo meno di un minuto e mezzo è già in estasi e i ragazzi in maglia azzurra aumentano la pressione conquistando il centro del ring. Il calcio a 5 non è una semplice riproduzione in scala minore del più famoso soccer, bensì una disciplina a se stante. Un mondo separato che va assaporato tutto d’un fiato.

Dominio azzurro

Gli ospiti provano a rialzarsi e Ruiz la riapre. Un minuto dopo Jader Fornari prova a chiudere nuovamente i conti. Il mancino è preciso e il risultato cambia ancora. Sono passati solamente 4’52” effettivi ma le emozioni non accennano a fermarsi. Il Lollo Caffè ha di nuovo in pugno la situazione. La sorpresa del campionato ci crede e macina gioco e occasioni a pioggia. Davì e Manfroi fanno le prove generali prima del secondo centro personale di un fenomenale Crema che fulmina Mammarella. Il Napoli domina e l’Acqua&Sapone sembra inerme all’angolo, suonato come un pugile. Il futsal è fatto però di momenti. Il suo lo sfrutta alla grande Gabriel Lima che segna il punto della speranza prima del riposo.

Il guerriero ferito

All’intervallo la dirigenza ospite parla di una riscossa obbligatoria per una squadra costruita per ben altri risultati. Negli spogliatoi qualcosa evidentemente si muove e questa volta è proprio l’Acqua&Sapone a partire in quarta. A Murilo bastano 27” per pescare il jolly prima del clamoroso aggancio in meno di due minuti ad opera ancora di Lima. Il guerriero ferito è finalmente risorto. La partita svolta. Ora il Napoli è all’angolo e l’inerzia è cambiata. Nei momenti di difficoltà si vedono i campioni, quelli in grado di trascinare il gruppo. Nel Napoli l’onere ricade sul calcettista in maglia numero 17. Si proprio Crema che nel peggior momento dei suoi trova il raggio di sole in una ripresa buia. Il secondo tempo però non è come il primo e gli ospiti premono tanto da pescare in rapida successione pareggio e vantaggio.

Leandro (Foto: facebook ufficiale Napoli Calcio a 5)
Leandro (Foto: facebook ufficiale Napoli Calcio a 5)

La situazione sembra precipitare per un Napoli che a circa 8 minuti dalla sirena è già a portata di tiro libero.

Fortuna, follia e bravura

Qui subentra tutta l’imprevedibilità di questo sport che consegna agli occhi degli spettatori un finale di pura follia. Con ancora un’eternità da giocare e il tecnico campano, Cipolla, piazza la giocata. Chiama a se Crema e gli consegna la divisa da portiere di movimento. Il numero 17 condurrà con largo anticipo un folle assalto finale. La pericolosa incudine che pendeva sulla testa dei partenopei cade però già a sei dal traguardo. In rapida successione due tiri liberi per l’Acqua&Sapone che ammazzerebbero la gara. Ecco che come un fulmine a ciel sereno subentra la divina provvidenza sottoforma di Leandro Garcia Pereira. Il portiere del Napoli li sventa entrambi e regala ai suoi l’ultima chance. La folle serata di Cercola sembra completarsi al 18′ quando il napoletano Milucci piazza il destro del pareggio.

Napoli ijn goal (Foto: www-napolic5)
Napoli ijn goal (Foto: www-napolic5)

Un pari che a questo punto potrebbe accontentare tutti visto anche il pazzesco andamento della sfida. Tutti tranne uno. L’uomo della differenza porta il nome di Francesco Cipolla che indovina con coraggio e un pizzico di follia la mossa. Dentro di nuovo il portiere di movimento, Crema a circa 20 secondi dal termine per congelare l’ultimo possesso e tentare l’assalto. La ‘giocata’ del mister paga oltre ogni aspettativa. Quando il cronometro della Tv segna già lo zero accade l’incredibile. A 5 decimi dalla sirena Felipe Manfroi trasforma in goal un possesso lunghissimo facendo esplodere il palazzetto campano.

Il tecnico Cipolla (Foto: Facebook ufficiale Napoli Calcio a 5)
Il tecnico Cipolla (Foto: Facebook ufficiale Napoli Calcio a 5)

Un finale caldissimo ed avvincente: pura esaltazione di uno sport come il futsal che vive quasi ogni gara emozioni così.

TABELLINO

LOLLO CAFFE’ NAPOLI-ACQUA&SAPONE UNIGROSS 7-6 (4-2 p.t.)

LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Garcia Pereira, Bocao, Manfroi, Crema, De Bail, Botta, Molaro, Canneva, Milucci, Davì, Fornari, Pasculli. All. Cipolla

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Ruiz, Lima, Zanella, Brandi, Murilo, Romano, Rocchigiani, De Oliveira, Braga, Mambella, Casassa. All. Fuentes

Marcatori: 0’44’’ p.t. Crema (N), 1’19’’ Manfroi (N), 3’46’’ Ruiz (A), 4’52’’ Fornari (N), 17’ Crema (N), 18’50’’ Lima (A), 0’27’’ s.t. Murilo (A), 1’29’’ Lima (A), 2’59’’ Crema (N), 4’05’’ De Oliveira (A), 8’52’’ Lima (A), 17’55’’ Milucci (N), 19’59’’ Manfroi (N)

Ammoniti: Lima (A), Manfroi (N), Murilo (A), Botta (N)

https://www.youtube.com/watch?v=8US929MJoCY