Berahino non segna, la soluzione è uno strizzacervelli

Berahino non segna, la soluzione è uno strizzacervelli

Saido Berahino non sta attraversando un grande momento a livello personale. Per questo motivo il West Bromwich Albion ha deciso di aiutarlo in maniera decisamente originale.

Berahino non sta impressionando con la maglia del WBA, complice un contratto in scadenza a giugno 2017. Cosa che ha finito col compromettere il rapporto con la società di Birmingham. L’attaccante con origini del Burundi è finito ai margini della squadra, tanto da giocare soltanto 6 partite in stagione (4 in Premier League, una in Coppa di Lega ed una con la seconda squadra). Appena 455 i minuti totalizzati in campo per il ragazzo, che ha segnato soltanto con le riserve.

IL SEGRETO E’ LA TESTA

Questo difficile rapporto con la porta avversaria ha creato nel giocatore una evidente sfiducia nei propri mezzi. Il manager Tony Pulis è quindi intervenuto spedendo il giocatore da uno psichiatra con lo scopo di sbloccarlo. Ed a quanto pare le cose sembrano cominciare a volgere per il meglio. Lo stesso Pulis ha affermato: “Berahino adesso mi sembra più brillante e motivato, è libero mentalmente, a differenza di prima.

PER IL SUO BENE

Berahino aveva avuto delle richieste da alcune big di Premier League quest’anno come nelle ultime due stagioni. E’ stato soprattutto il Tottenham ad interessarsi a lui, ma il West Brom non lo ha voluto cedere e la cosa ha portato a qualche tensione. Ora Berahino è a disposizione del club, ma gli strascichi emotivi sono stati evidenti. Mr. Pulis ha affermato: “Saido è decisamente più concentrato, ieri abbiamo parlato molto. Lo vedo migliorato anche fisicamente, adesso il prossimo step sarà mettergli minuti nelle gambe”.

“Non tutti danno a Berahino i consigli giusti, uno come lui ha attorno a se tanta gente. Lui deve decidere chi è meglio ascoltare e chi no, l’importante è che dia il massimo per la squadra e spero che continui così”.