Juventus-Pescara 3-0: Hernanes in gol, il profeta è rinato?

Juventus-Pescara 3-0: Hernanes in gol, il profeta è rinato?

I bianconeri stendono un Pescara in emergenza, Khedira e Mandzukic si scambiano assist ed Hernanes trova gol e una prestazione convincente. Juventus a +7!

La partita allo Juventus Stadium si apre con un primo tempo equilibrato, in cui la Juventus tiene il controllo della partita ma non riesce ad incidere. Pescara combattivo, viste anche le molteplici assenze, che si avvicina al gol con Caprari. Il primo tempo subisce una svolta ben precisa al 25° quando Lichtsteiner è costretto a lasciare il campo per un colpo subito e viene sostituito da Cuadrado. Il colombiano porta velocità e imprevedibilità, e come sempre costringe all’ammonizione il malcapitato terzino di giornata (Crescenzi).

Proprio da una scorribanda di Cuadrado nasce l’azione del gol: pallone in area per Mandzukic che riesce a proteggere palla e scaricare per Khedira. Uomo giusto al posto giusto che trova la rete dell’1-0 al 36°.

Secondo tempo in controllo

Nel secondo tempo la Juventus controlla la partita contro un Pescara sfiduciato e in piena crisi. Le occasioni per gli uomini di Allegri non tardano ad arrivare e al 63° da un colpo di testa di Khedira, ancora l’uomo giusto al posto giusto, nasce il gol di Mario Mandzukic, vero rapace da area di rigore.

Al Pescara non viene lasciato nemmeno il tempo di riprendersi dal colpo subito che la Juventus trova immediatamente il gol del 3-0. Questa volta è Hernanes, assoluto padrone del centrocampo oggi,  che dopo aver dribblato un giocatore del Pescare calcia a giro sul secondo palo trovando il primo gol stagionale. Negli ultimi minuti Allegri fa esordire Moise Kean, il primo millenial a calcare un campo di serie A. Segnali dal futuro.

Il divario tecnico tra Juventus e Pescara si palesa in maniera netta, il 3-0 un risultato giusto e senza storie. Gli ultimi venti minuti dei bianconeri sono di gestione e controllo, con un pensiero al Siviglia.

Tabellino

Juventus (3-5-2): Neto, Lichtsteiner (25° Cuadrado), Rugani, Bonucci, Evra, Alex Sandro, Khedira (71° Sturaro),  Hernanes, Asamoah, Mandzukic (84° Moise Kean), Higuain

Pescara (3-5-2): Bizzarri, Biraghi, Zuparic, Campagnaro (46° Vitturini), Zampano, Cristante (76° Bruno), Memushaj, Brugman, Crescenzi, Pettinari (65° Simone Pepe), Caprari

Ammoniti: Crescenzi (45°) Bruno (87°)

Marcatori: Sami Khedira (36°), Mandzukic (63°), Hernanes (69°)

di Riccardo Meloni