SHARE
Geoffrey Kondogbia in azione. Fonte - Account Twitter @F.C.Internazionale

Diramate le formazioni ufficiali per il derby della Madonnina. Milan ed Inter si affronteranno in uno dei classici del calcio mondiale. In un angolo i rossoneri di Montella, autori di un grande avvio di stagione, una squadra meno dotata tecnicamente ma decisamente più unita. Dall’altra il Pioli 1.0: esordio sulla panchina nerazzurra col botto. L’Inter, nonostante una rosa di primissimo livello ed una grande campagna acquisti, hanno deluso le aspettative con De Boer.

Milan (4-3-3) Donnarumma; Abate, Paletta, Gomez, De Sciglio; Kucka, Locatelli, Bonaventura; Suso, Bacca, Niang. Allenatore: Montella.

Inter (4-3-3) Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Medel, Ansaldi; Brozovic, Kondogbia, Joao Mario; Candreva, Icardi, Perisic. Allenatore: Pioli.

MILAN-INTER, QUI MONTELLA

Non è decisiva per nessuno. Sicuramente è fondamentale per noi. Vogliamo continuare a toglierci delle soddisfazioni insieme ai nostri tifosi, che ci hanno dato credito anche nei momenti di difficoltà. Li ho sempre sentiti molto vicino. Bacca non deve dimostrare niente, deve stare sereno. Anche Lapadula che ha grande voglia di giocare deve stare tranquillo. Io sono convinto che mi daranno quello che voglio: il gol. Scegliere tra loro due è un dolce problema. Sarà una partita difficile che non bisogna sottovalutare. I giocatori devono restare concentrati perché l’Inter è una squadra di grandissimo valore. Nelle partite difficili i nerazzurri hanno sempre fatto bene e per loro questa è una partita difficilissima. Daranno il 100%.

MILAN-INTER, QUI PIOLI

L’emozione sale ma anche la concentrazione e la consapevolezza di esserci preparati bene. Dobbiamo giocare con passione e mettere in campo tutte le energie che abbiamo. Affronteremo la partita con slancio ed entusiasmo per dimostrare che siamo l’Inter. Il derby è ‘la partita’, una gara per tutti noi importantissima per la nostra classifica e per il nostro primato cittadino. Le sensazioni sono quelle giuste, sono emozioni forti, che però ci devono permettere di approcciarci alla partita nel modo migliore, con molta concentrazione e con molta determinazione, perché vogliamo che il derby sia la nostra partita.