martedì, Gennaio 25, 2022

Latest Posts

Moise Kean, il portabandiera della nuova generazione

Moise Kean è il primo calciatore del nuovo millennio ad esordire su un campo di Serie A. Il giovane gioiello classe 2000 della Juventus è il più giovane esordiente bianconero. Dopo il lancio di Donnarumma da parte del Milan, arriva l’ennesima conferma di un ringiovamento del nostro campionato

Minuto 84 allo Stadium, cambio in vista. Ad uscire è Mario Mandzukic, ma la sorpresa è chi deve entrare. Proprio lui, il ragazzino di cui si è discusso tutta la settimana, pronto all’esordio in bianconero: Moise Kean, classe 2000, primavera della Juventus. 16 anni, 8 mesi e 21 giorni dalla sua nascita, la giovane promessa realizza il suo sogno. Dopo l’esordio di Donnarumma l’anno scorso, si aggiunge alla lista anche quello di Moise Kean, primo calciatore del nuovo millennio a mettere piede su un campo della massima serie. Continua il processo “largo ai giovani” in casa Juventus.

WHY ALWAYS ME?

Donnarumma, a parer di Raiola, è già un Modigliani e ha un valore di 170 milioni. Il valore di Kean, altro gioiello della scuderia del procuratore di Nocera, resta invece ancora un mistero. Troppo presto per pensare ai soldi, ora c’è solo la Juventus. Gigio è già un pilastro del Milan di adesso e di quello che verrà, Kean, data la troppa e spietata concorrenza, calcherà il terreno di gioco sporadicamente. Ma poco importa, la storia l’ha già scritta: è il più giovane debuttante della storia con la maglia bianconera, spodestando Renato Buso.

Ricciolini biondi alla Coman, 180 centimetri di altezza e il gol nel sangue. Sì, perché Moise Kean ha sempre segnato, dovunque è andato. La scorsa stagione, in 25 presenze nel campionato Under 17 ha segnato 24 gol. Media di quasi un gol a partita.  Quest’anno ha collezionato 5 presenze tra Youth League e Campionato Primavera, realizzando altrettante reti. Quando scende in campo, Moise Kean mette sempre la sua firma. Predestinato? Sì, ma anche goleador. Ricorda un certo Balotelli agli esordi: SuperMario è infatti il suo idolo da sempre, tanto da mostrare anch’egli una maglia con la celebre scritta “Why always me?” come esultanza, proprio come Balotelli. In comune con l’ex Inter e Milan ha la fame e la voglia di spaccare il mondo, si spera non la testa.

Marotta e l’ambiente Juve temono già una sua possibile partenza, nonostante la giovane età e l’ obiettivo esordio appena raggiunto. A confermarlo sono le parole dell’Amministratore Delegato della Juventus ai microfoni di Mediaset Premium: “Colpo gobbo di Raiola? Spero che non faccia sorprese. Esiste sempre un rapporto di correttezza e trasparenza. Ufficialmente non sappiamo neanche chi sia l’agente. Comunque Kean dalla sua ha tanti anni davanti, e la Juventus deve essere considerata una delle squadre migliori al mondo. Meglio che qui, dove può andare? Se invece è un discorso di soldi, beh, l’agente in questi casi ha il compito di far ragionare il suo assistito. In questo momento della carriera del ragazzo il dio denaro non deve essere fondamentale».

UNO DEI TANTI

16 anni e 8 mesi non sono bastati però a Kean per entrare nella top 10 dei più giovani esordienti in Serie A. Una classifica che vede invece diversi talenti poi definitivamente sbocciati in grandi campioni. L’unico della top 10 a militare ancora in Serie A è Stephan El Shaarawy, debuttante a soli 16 anni, un mese e 25 giorni con la maglia del Genoa. I nomi più rilevanti di questa lista sono però Andrea Pirlo, esordiente con la maglia del Brescia a 16 anni e 2 giorni, e Gianni Rivera, con la maglia dell’Alessandria a 15 anni, 9 mesi e 15 giorni. Moise Kean non sarà in questa lista, ma è già nei pensieri di diversi top club europei. Ma il presente si chiama Juventus: d’altronde ha un record sulle spalle e tanti gol da segnare nei piedi.

La lista completa dei 10 più giovani esordienti in Serie A:

AMADEI: Roma 15 anni, 9 mesi e 6 giorni il 2-5-1937
RIVERA: Alessandria 15 anni, 9 mesi e 15 giorni il 2-6-1959
A. ROSSI: Cremonese 15 anni, 9 mesi e 21 giorni il 29-6-1930
CAMPIONE: Bologna 15 anni, 9 mesi e 25 giorni il 25-6-1989
BOJINOV: Lecce 15 anni, 11 mesi e 12 giorni il 27-1-2002
PIRLO: Brescia 16 anni e 2 giorni il 21-5-1995
EL SHAARAWY: Genoa 16 anni, 1 mese e 25 giorni il 21-12-2008
TASSI: Brescia 16 anni, 3 mesi e 10 giorni il 22-5-2011
OKAKA: Roma 16 anni, 4 mesi e 9 giorni il 18-12-2005
10° PUPITA: Cesena 16 anni, 4 mesi, 14 giorni il 28-1-1990

Latest Posts

Don't Miss