Mediaset cerca l’accordo: la Champions League torna a Sky?

Mediaset cerca l’accordo: la Champions League torna a Sky?

Tornano a tenere banco i diritti televisivi per la Champions League. Stando a quanto riporta “Calcio e Finanza”, siamo vicini ad una stretta di mano tra Sky e Mediaset. Dopo la battaglia e la pesante campagna pubblicitaria portata avanti negli scorsi anni, Mediaset è pronta a cedere il suo gioiellino al colosso di Murdoch. Stando ai dati riportati in questi mesi, l’acquisto della Champions League non è stato per il Biscione investimento fruttuoso. Prima però c’è da sciogliere il nodo Vivendi.

Causa Vivendi

 

La mancata firma dell’accordo da parte del gruppo francese ha indurito i rapporti tra i due gruppi. Mediaset però ha rinunciato al ricorso di urgenza e vuole trovare un accordo extra-giudiziale con Vivendi. Una volta liquidati i danni per il mancato rispetto degli accordi, il Biscione tornerebbe ad impossessarsi del pacchetto Champions e potrebbero iniziare le negoziazioni con Sky. Il gruppo francese vorrebbe evitare questa triste fine e spinge per una nuova ipotesi. Vivendi non sembra volersi fare da parte e rinunciare alla possibilità di creare un network europeo con Mediaset. Questo è il motivo che spinge i francesi a cercare nuove soluzioni che non sembrano trovare approvazioni nell’azienda italiana.

Sky senza rivali

La possibilità che Vivendi riesca a far tornare sui suoi passi Mediaset è molto lontana. Il Biscione sembra deciso a voler intavolare una trattativa con Sky per la cessione dei diritti televisivi e non sembra disposto ad accettare altre soluzioni proposte dai francesi. Una situazione che volge tutta a favore di Murdoch, il quale assisterebbe alla caduta della rivale satellitare. La cessione del pacchetto Champions, riporterebbe Sky sull’Olimpo. Con Champions League, Serie A ed Europa League, in ambito calcistico non avrebbe rivali. Il recupero del torneo di club più importante d’Europa farebbe aumentare gli abbonati e l’appeal del colosso di Murdoch. Inoltre, l’assenza di rivali televisive all’altezza di Sky renderebbe la vita facile all’azienda britannica.