Siviglia-Juventus, le formazioni ufficiali: giocano Cuadrado e Alex Sandro

Siviglia-Juventus, le formazioni ufficiali: giocano Cuadrado e Alex Sandro

Le formazioni ufficiali di Siviglia-Juventus: Allegri opta per il 4-5-1 con il solo Mandzukic al centro dell’attacco.

SIVIGLIA-JUVENTUS, LE FORMAZIONI UFFICIALI

Siviglia (3-4-3): Sergio Rico; Mercado, Rami, Pareja; Mariano, N’Zonzi, Iborra, Escudero; Vázquez, Vietto, Vitolo. Allenatore: Sampaoli.

Juventus (4-5-1): Buffon; Dani Alves, Rugani, Bonucci, Evra; Khedira, Marchisio, Pjanic; Cuadrado, Mandzukic, Alex Sandro. Allenatore: Allegri.

SIVIGLIA-JUVENTUS, LE PAROLE DI ALLEGRI ALLA VIGILIA

“La formazione per domani davanti sarà facile: o giocherà Cuadrado al fianco di Mandzukic o giocheremo con un tridente offensivo, con Sturaro, lo stesso Cuadrado, Alex Sandro o Kean. Vincere qui non è un’impresa, è solo una partita di calcio: giocheremo contro una squadra che ancora non ha preso gol, con giocatori tecnici e fisici. Sarà una partita equilibrata. Cercheremo di vincere, pareggiare non ci conviene. Primo o secondo non cambia, l’importante è passare il turno. Chiellini ha recuperato, ma domani partirà dalla panchina: Higuain invece ha ricevuto un colpo in una zona già acciaccata, stamattina non stava bene: meglio farlo riposare e non rischiare di perderlo per un mese. Pjanic? Sta bene, ha riposato contro il Pescara e questo è positivo: domani giocheranno lui e Marchisio”.

SIVIGLIA-JUVENTUS, LE DICHIARAZIONI DI DANI ALVES

“Penso che non siamo qua per cercare di speculare, ovviamente il risultato di domani verrà determinato dagli avvenimenti sul campo da gioco, ma noi siamo per cercare una vittoria, per qualificarci come primi, è questo il nostro obiettivo. Se veniamo qua per cercare il pareggio ci potrebbe essere qualche sorpresa sgradevole. Questo è un terreno di gioco molto difficile, non penso che il Siviglia cercherà il pareggio, conosco molto bene questa squadra, qui si gioca per vincere, indipendentemente dal vantaggio che possa costituire un pareggio. Penso che nel calcio la paura non esista, esiste il rispetto. Il Siviglia sta attraversando un grande momento di forma e noi siamo abituati a questo livello di competizione, siamo abituati a giocare contro squadre che attraversano grandi momenti di forma. E questo rende una vittoria contro queste squadre ancora più meritevole, ci motiva per dirla tutta”.