Hapoel Beer Sheva-Inter probabili formazioni: torna Banega

Hapoel Beer Sheva-Inter probabili formazioni: torna Banega

EUROPA LEAGUE – LE PROBABILI FORMAZIONI DI Hapoel Beer Sheva-Inter VALEVOLE PER LA 5/A GIORNATA DEL GRUPPO K

Si gioca oggi alle ore 19:05 il match Hapoel Beer Sheva-Inter, gara che in caso di vittoria dei nerazzurri potrebbe tenere accesa la speranza di credere nella qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League. La situazione di Icardi e compagni in classifica è pessima, con l’ultimo posto nel girone e 4 punti di distanza dal Southampton secondo, alle spalle dello Sparta Praga già promosso.

Stefano Pioli ha il compito di cancellare l’incredibile sconfitta subita durante la gara di andata e per questo motivo è intenzionato a schierare la migliore formazione possibile, pur cambiando diversi uomini rispetto al 2-2 nel derby contro il Milan di domenica scorsa.

Tornano nell’undici titolare Nagatomo, Murillo, Banega, Felipe Melo ed Eder.

HAPOEL BEER SHEVA-INTER PROBABILI FORMAZIONI (ore 19:00)

Hapoel Beer Sheva (5-4-1): Goresh; Bitton, Miguel Vitor, Taha, Zedek, Korhut; Buzaglio, Radi, Hoban, Melikson; Lucio Maranhao. All.: Bakhar.

Inter (4-3-3): Handanovic; Ansaldi, Murillo, Miranda, Nagatomo; Brozovic, Banega, Felipe Melo; Eder, Icardi, Perisic. All.: Pioli

LE PAROLE DELLA VIGILIA

Queste le parole di Stefano Pioli nella conferenza stampa tenuta ieri alla Pinetina prima della partenza dell’Inter alla volta di Israele:

“Il derby di domenica scorsa ha mostrato a tutti che abbiamo carattere da vendere e tanta voglia di fare bene. Anche in Europa League bisogna giocare così e giocheremo per vincere. Il nostro lavoro in campo e fuori è finalizzato a migliorarci ed a rilanciare la nostra classifica. C’è massima concentrazione per la partita contro il Beer Sheva, il nostro obiettivo è la vittoria”.

“Ho studiato i nostri avversari e posso dire che si tratta di una squadra forte sia dal punto di vista fisico che tecnico-tattico. Noi però siamo l’Inter ed abbiamo l’obbligo di fare bene. I calciatori che alleno si sono subito messi tutti a disposizione, ho trovato un gruppo unito. Banega? E’ un calciatore dinamico ed a me piacciono elementi così. Sa muoversi molto bene tra le linee, non l’ho bocciato di certo. Simeone? Non ci penso, ora sono io l’allenatore dell’Inter e voglio ripagare la grande opportunità che mi è stata data”.