Fiorentina-PAOK, le formazioni ufficiali: ecco Babacar e Vecino

Fiorentina-PAOK, le formazioni ufficiali: ecco Babacar e Vecino

EUROPA LEAGUE – Le formazioni ufficiali di Fiorentina-PAOK, valevole per la 5/a giornata del Gruppo J.

Tutto pronto al Franchi di Firenze per Fiorentina-PAOK, match valevole per la 5/a giornata del Gruppo J di EL. I viola hanno già la qualificazione in tasca, Sousa però ha tutta l’intenzione di aggiudicarsi definitivamente il primo posto nel girone.

Formazioni ufficiali Fiorentina-PAOK:

Fiorentina (4-2-3-1): Lezzerini; Tomovic, Astori, Gonzalo, Milic; Badelj, Vecino; Cristoforo, Bernardeschi, Tello; Babacar. All. Paulo Sousa.

PAOK (4-3-3): Brkic, De Matos, Leovac, Djalma Braune, Crespo, Cimirot, Koulouris, Mendes, Shakov, Varela, Canas. All. Ivic.

Fiorentina-PAOK, le sensazioni della vigilia:

Paulo Sousa – “Babacar in campo? Ha fatto un cambio di attitudine straordinario, è cresciuto tantissimo tatticamente e sta facendo di tutto per mettermi in difficoltà. Ultimamente ho scelto più spesso Nikola, ma se continua ad allenarsi così avrà altre occasioni. Se domani arriva la qualificazione, per la partita successiva conta arrivare primi? Conta tantissimo, sul sorteggio è determinante. Abituiamoci a vincere sempre, perché vincere aiuta a vincere. La volta buona è solo quando si vince. Stiamo ottenendo sempre più continuità, sempre più creazione di opportunità. Per vincere sempre abbiamo bisogno di più concretezza, e dobbiamo crescere anche in mentalità e carattere, credo che la squadra stia crescendo su questi frangenti”.

Ivic – “Ci siamo riposati una settimana in più, non ci fa bene ma abbiamo giocato un’amichevole ufficiale. Abbiamo il vantaggio di essere più riposati, ma domani daremo il massimo per ottenere il massimo risultato possibile. Non possiamo sbagliare, dobbiamo essere concentrati e giocare la nostra partita ad alti livelli. La Fiorentina giocherà in casa e sicuramente non sarà una gara come all’andata. Fiorentina-PAOK? Hanno tantissimi giocatori di qualità che possono proporsi in qualsiasi momento. Per noi è un incentivo a fare come la prima gara, ma la nostra prestazione deve essere al 100%. La psicologia è buona, abbiamo preparato bene la gara nonostante alcuni problemi. I miei giocatori hanno voglia di fare bene e di giocare al massimo per ottenere il risultato migliore per noi. I giocatori devono sempre dare il massimo, specialmente contro i grandi in Europa. Il mestiere dell’allenatore è quello di tenere i giocatori sempre in concentrazione, poi c’è chi ci riesce meglio”.

Stefano Mastini