Milan, Mr. Bee si ripropone: incontro con Berlusconi

Milan, Mr. Bee si ripropone: incontro con Berlusconi

Mr Bee-Berlusconi, possibile altro colpo di scena nell’acquisizione del Milan

Niente di deciso ancora in casa Milan. Se, da una parte, la chiusura con la cordata cinese sembra molto vicina, dall’altra parte tutto può saltare da un momento all’altro. Berlusconi, spinto già da sentimenti di malinconia, sembra poterci ripensare e all’orizzonte si riaffacciano vecchie conoscenze.

Mr, Bee il ritorno

A gettare ombre sulla cessione del Milan è il ritorno in Italia di Mr. Bee. L’imprenditore thailandese, che ormai sembrava fuori dai giochi, nelle ultime 96 ore ha soggiornato nel Belpaese. Andato a Napoli per incontrare probabilmente Fabio Cannavaro, punto di forza della squadra che Bee sostiene e sponsorizza, non ha perso occasione per fare un salto ad Arcore. Proprio nella villa dell’attuale presidente del Milan ci sarebbe stato un nuovo incontro tra i due. Berlusconi avrebbe voluto sondare il terreno per conoscere la disponibilità e l’interesse del thailandese ad acquisire la società rossonera. Un incontro che apre nuovamente uno scenario che sembrava chiuso da tempo.

Berlusconi, che intenzioni hai?

Notizie dei giorni scorsi davano per certa la data del closing: 13 dicembre. Certezze che si sono affievolite con il passare dei giorni e delle ore. Le interviste a Berlusconi e le parole dell’attuale presidente del Milan non chiudono ad un nuovo colpo di scena. Il patron rossonero è stanco di aspettare e vorrebbe chiudere al più presto la trattativa. Il giorno di Santa Lucia sarebbe il giorno ultimo per la chiusura con la cordata cinese, altrimenti l’ex cavaliere potrebbe anche rimanere in sella alla presidenza milanista.

L’ultima annata sportiva ha riacceso gli animi dei tifosi rossoneri e la politica societaria basata sui giovani ha finalmente dato i suoi frutti. Proprio i risultati sportivi sembrano far fare un passo indietro a Berlusconi. L’incontro con Mr. Bee andrebbe proprio in questa direzione. L’accordo precedente tra i due imprenditori, infatti, voleva che il numero uno rossonero mantenesse il pacchetto di maggioranza. Una soluzione che soddisferebbe a pieno Silvio Berlusconi: nuovi introiti ma ancora presidente. La situazione però è ancora tutta da definire, occhio quindi ai colpi di scena.