Empoli-Milan: 1-4 convincente che vale il secondo posto

Empoli-Milan: 1-4 convincente che vale il secondo posto

I rossoneri si impongono ad Empoli per 1-4, prestazione che vale il secondo posto in classifica. Lapadula segna la prima doppietta in Serie A.

Gli uomini di Montella sono ormai una certezza per la serie A, e adesso sognano l’Europa. Presentarsi ad Empoli e convincere tutti con una prestazione di carattere mostra maturità e un orgoglio rossonero ritrovato. Dopo un primo tempo combattuto con un Empoli arrembante, i rossoneri escono sulla distanza e portano a casa tre punti pesanti. Dopo 15 minuti è Lapadula su assist di Suso a trovare il tap-in vincente e a portare in vantaggio il Milan. Ma passano solo due minuti e l’Empoli riacciuffa il pareggio con Saponara, ex di giornata che sfrutta un pasticcio di Gigio Donnarumma. Anche lui ogni tanto si dimostra umano.

Nel secondo tempo i padroni di casa pagano gli sforzi della prima metà di gara e calano vistosamente. Il Milan gioca meglio e viene subito premiato al 62° minuto con Suso, che chiude un triangolo con Abate riportando i rossoneri in vantaggio. Passano solo due minuti e un giocatore dell’Empoli trova ancora la rete, solo che questa volta è la propria: sfortunato Costa realizza un autogol propiziato da un geniale Bonaventura. 1-3. Chiude le danze colui che le ha aperte: Lapadula con un diagonale ad incrociare buca Skorupski e trova la sua prima doppietta in serie A. Milan secondo in classifica a 29 punti (-4 dalla Juventus). La Champions League che fino a tre mesi fa sembrava un’utopia, ora può essere considerato un obbiettivo abbordabile se i ragazzi di Montella continueranno a giocare su questi livelli di convinzione e risultati.

Tabellino

Empoli-Milan 1-4 

Marcatori: Lapadula (15°, 78°), Saponara (17°), Suso (62°), Aut.Costa (64°)

Empoli: Skorupski, Pasqual, Costa, Bellucci, Veseli (68° Zambelli), Croce, Diousse, Krunic (68° Tello), Saponara, Marilungo (74° Gilardino), Maccarone

Milan: Donnarumma, Abate, De Sciglio, Romagnoli, Gomez, Abate, Pasalic (79° Niang), Locatelli, Matias Fernandez (10° Kucka), Suso, Lapadula (84° Poli), Bonaventura.

Ammoniti: Kucka (31°), Krunic (37°), Bonaventura (43°), Bellusci (89°)

di Riccardo Meloni