SHARE
Gianluca Lapadula, esultanza dopo il gol con l'Empoli, profilo Facebook A.C. Milan

Gianluca Lapadula, il riscatto del “flop di mercato”

Gianluca Lapadula, attaccante del Milan, ha parlato a Sky Sport dopo la vittoria contro l’Empoli, decisa anche da una sua doppietta: “Un mese fa ero un flop di mercato per tutti, lì ho acquisito ancora più voglia di dimostrare di poter essere all’altezza. La società mi ha messo nelle condizioni migliori per esprimermi così come il tecnico. Mi stanno dando tutti una grande mano, mi spiegano come muovermi, ma so che posso fare ancora di più. Mi spiace per l’occasione fallita nei primi minuti. Un mese fa, nonostante non avessi fatto il ritiro, tanta gente non parlava bene di me. Sono andato avanti anche nelle difficoltà e sono arrivate delle belle soddisfazioni. Berlusconi? È stato il primo a volermi, poi società e allenatore. L’ho sentito stasera, era molto contento”.

Il commento di Montella

Impossibile non parlare di Lapadula, queste le parole di Vincenzo Montella: “Gianluca non ha bisogno di avere più convinzione, affronta ogni allenamento al 110%. Se riuscisse a gestire meglio le sue energie potrebbe esprimersi ancora meglio in campo. Ma lui è così, è arrivato a questi livelli proprio per questa sua mentalità. Per stage richiesti dalla Nazionale, noi abbiamo dato la massima disponibilità al c.t. Ventura. Poi ovviamente quando devo provare delle cose e mi mancano dei giocatori mi dispiace ma credo che sia giusto per i ragazzi e per la Federazione. Sono esperienze utili ai giocatori”.

La rivalità con Bacca

Una prestazione che mette spalle al muro Carlos Bacca, sempre più separato in casa. Queste le parole di Montella sul colombiano, beccato a Siviglia mentre il Milan giocava ad Empoli. “Bacca aveva dei giorni di riposp. Poteva fare le sue terapie altrove dove voleva. Ha chiesto il permesso di andare ed è stato autorizzato da me e dalla società, e non c’è nessun problema”. L’ultima battuta è sul derby di Roma in programma la prossima settimana. “È improbabile che possa tifare Lazio nel derby. È più probabile che tifi Milan. I punti in palio sono 3 e l’importante è che li facciamo noi”.