SHARE
Sergej Milinkovic-Savic, foto Corriere dello Sport

Sergej Milinkovic-Savic è a rischio per il derby di domenica contro la Roma. I giallorossi hanno perso Salah, i biancocelesti sperano per il centrocampista serbo, in forte dubbio per la stracittadina.

Uno per uno non fa male a nessuno. Avranno pensato questo in quel di Trigoria quando hanno letto la notizia dell’ultima ora: Milinkovic-Savic è a rischio per il derby di domenica. La Roma non recupera Salah, il cui rientro è previsto dopo la Coppa d’Africa, mentre la Lazio può perdere uno degli uomini chiave della grande stagione fino ad ora della squadra di Simone Inzaghi. Due pedine importanti: uno sicuro assente, l’altro probabile. Inzaghi è ora in cerca di alternative dell’ultimo minuto per sostituire il classe 1995.

ESSENZIALE

Milinkovic-Savic fu cercato da diverse squadre nell’estate del 2015 e fu davvero ad un passo dalla Fiorentina. Poi quella chiamata della Lazio, pronta ad investire soldi e fiducia sulla giovane promessa serba. Una stagione, quella scorsa, abbastanza difficile per Milinkovic-Savic, che ha trovato parecchie difficoltà ad inserirsi nel campionato italiano e nell’11 dell’allora tecnico Stefano Pioli. Il serbo ha comunque sempre goduto della fiducia del suo allenatore, Pioli prima e Inzaghi poi, collezionando 25 presenze in campionato.

Quest’anno, però nel 3-5-2 di Simone Inzaghi, Milinkovic-Savic è sempre più fondamentale. Mezz’ala forte di testa, grazie al suo metro e 90, e con un gran tempo di inserimento. Tanto da aver collezionato 12 presenze in 14 partite, nelle quali due gol realizzati e due assist all’attivo. Ma le prestazioni sono il fattore convincente del talento del serbo: il ragazzo ha un gran senso della posizione e, quando si porta in avanti, sa sempre come creare pericolo alla difesa avversaria.

QUALI ALTERNATIVE?

Inzaghi naturalmente non si aspettava un infortunio dell’ultimo minuto, a maggior ragione di uno dei suoi uomini più importanti. Il tecnico cercherà dunque di recuperarlo fino all’ultimo. In caso di forfait di Milinkovic-Savic, Inzaghi potrebbe mutare il suo 3-5-2 in un 4-3-3 con Basta, Wallace, il recuperato De Vrij e Radu dietro, Lulic, Parolo e Biglia in mezzo al campo e davanti il solito tridente: Felipe Anderson, Keita e Ciro Immobile. Assenza pesante quella di Milinkovic-Savic, alla quale Inzaghi spera di non dover sopperire. In caso contrario il tecnico ha pronte diverse alternative, per quella che sarà una partita fondamentale per la sua Lazio.