Premier League, il Chelsea non stecca. Il record dell’Arsenal è vicino

Premier League, il Chelsea non stecca. Il record dell’Arsenal è vicino

Chelsea record Arsenal Premier League – I “Blues” calano il tris: anche il Bournemouth battuto. Una doppietta di Pedro e il rigore trasformato da Hazard regalano la dodicesima vittoria consecutiva alla squadra di Antonio Conte.

Non c’è storia. Il Chelsea continua a macinare punti anche nel Boxing Day. Allo Stamford Bridge finisce tre e zero per gli uomini di Conte che, senza quasi mai rischiare, vincono per la dodicesima volta consecutiva in Premier League superando i record precedenti di Hiddink e Ancelotti. Ma i “Blues” non vogliono fermarsi: nel mirino c’è quello dell’Arsenal con 14 vittorie consecutive, record assoluto del campionato inglese. Il tecnico italiano ha saputo ridare entusiasmo e voglia di ritornare vincere ad una squadra ormai priva di idee e motivazioni. Sono bastati solamente tre mesi all’ex bianconero per rivoluzionare l’ambiente “Blues”. La mossa vincente di Conte è stata quella di ridefinire la posizione in campo di alcuni giocatori. Dal 4-2-3-1 al 3-4-3 con l’inserimento di giocatori di secondo piano come Victor Moses.

La felicità di Conte

Italian style. Dopo l’impresa dello scorso anno di Claudio Ranieri con il Leicester, la capolista della Premier League porta ancora una volta la firma di un tecnico italiano. Nel post-partita del match vinto contro il Bournemouth l’allenatore leccese ha espresso tutta la sua felicità: “Vincerne dodici di fila non è facile in Premier: quella del Chelsea è una cavalcata fantastica, ma ora l’importante è proseguire su questa strada.  Abbiamo giocato una buona partita, anche se avremmo potuto segnare di più. Per la prima volta abbiamo giocato senza un centravanti di ruolo, ma non abbiamo sofferto l’assenza di Diego Costa. Io so che tra quattro giorni avremo un’altra partita difficile, contro lo Stoke: ora tutti ci vogliono battere”.

La rivoluzione dell’italiano

Anche lo spagnolo Pedro, autore di una doppietta contro il Bournemouth, ha parlato di quest’inizio di stagione entusiasmante ai microfoni de “Il Telegraph” dando pieni meriti all’italiano: “E’ il suo segreto: distillare fiducia. Conte in pochi mesi è stato così capace di trasformare il Chelsea in una squadra vincente. L’impatto di Conte al Chelsea è stato impressionante. Il Natale scorso eravamo a 3 punti dalla zona retrocessione, quest’anno siamo in testa alla classifica con una striscia di 11 vittorie. In carriera ho lavorato con allenatori ottimi, come Pep Guardiola e Vicente Del Bosque. Ma una cosa che mi ha davvero sorpreso di Conte è stata come Antonio sia riuscito a rivoltare la squadra così velocemente. Conte ha instillato fiducia e convinzione in tutti i giocatori  e a quel punto abbiamo cominciato a vincere le partite. E anche abbastanza facilmente, lui ha da solo ha saputo invertire le cose. Ci ha dato la convinzione che potevano vincere le partite e che possiamo vincere il campionato. Abbiamo cominciato a girare bene, ed è via via cresciuta la nostra fiducia, e quella che abbiamo in tutti gli altri. Ciascuno si fida dell’altro e lavoriamo come una squadra. Cogliamo le occasioni che abbiamo, la squadra è più rilassata e giochiamo con più sicurezza”.