SHARE
Demiro Pozzebon - Messina Fonte: messinasportiva.it
Demiro Pozzebon - Messina Fonte: messinasportiva.it

Derby dello stretto Messina Reggina- una partita infuocata quella tra le due compagini. Le fiamme vere, però, arrivano purtroppo dopo.

Messina-Reggina, Il derby dello stretto, è come tutti i match simili una partita particolarmente sentita da tifosi, giocatori e allenatori. Proprio i due tecnici sono personaggi che per ovvie ragioni attirano l’attenzione dei riflettori: Cristiano Lucarelli, ex bomber di razza che ora allena il Messina e Karel Zeman, figlio del sardonico Zdenek che ora allena la Reggina. Un derby che, anche grazie all’attenzione mediatica portata dai due allenatori, è stato ancora più seguito rispetto al solito e che in campo è stato una vera e propria battaglia.

La partita

Già dai primi minuti del match si intuisce il dominio tecnico dei siciliani. La squadra di Lucarelli infatti ha il controllo sul gioco e tiene le redini dell’incontro fin dalle prime azioni, ma è la Reggina ad avere la prima grande occasione da gol al 18′. Da quel momento però solo Messina, che in pochi minuti produce due grandi occasioni da rete: prima con Madonia e poi con l’incredibile palo di Pozzebon.

Nella ripresa però il predominio siculo produce i suoi frutti. Al 73′ infatti il Messina riesce finalmente a trovare la rete del vantaggio con Bruno e dopo nove minuti Milinkovic chiude il discorso con il raddoppio dei siciliani. Un derby senza troppe storie quello giocato oggi in Sicilia, che ha visto i padroni di casa uscire vittoriosi, prendendosi 3 punti di fondamentale importanza in vista della salvezza.

Fuoco e fiamme

Il derby dello stretto è venuto alle cronache anche per un singolare episodio avvenuto alla squadra della Reggina durante il viaggio di rientro. L’autobus dei calabresi infatti si è dovuto fermare in tangenziale (con a bordo squadra e dirigenti calabresi) per via delle fiamme divampate dal vano motore sul retro del mezzo. Subito al lavoro gli agenti della Digos di Messina che hanno aperto un’indagine per ricostruire l’accaduto, al termine della quale sono giunti alla conclusione che si è trattato di un problema di natura accidentale. Niente dolo quindi, e da escludere qualsiasi tipo di manomissione. Un derby dello stretto che, anche per questo motivo, è stato più infuocato che mai.

di Riccardo Meloni