SHARE
Thomas Vermaelen, nuovo acquisto della Roma. Fonte - Account Twitter @OfficialASRoma

Roma infortunio Vermaelen – Nuovo stop per un calciatore tempestato da sei anni dagli infortuni

Thomas Vermaelen era arrivato a Roma, presentato come il salvatore della difesa, per rinforzare un reparto che nelle precedenti stagioni aveva dato poche certezze. L’esperienza del belga avrebbe garantito alla difesa di Spalletti sicurezza ed esperienza. Fin qui, però, i giallorossi ne hanno beneficiato ben poco: una serie di infortuni, da inizio stagione, lo tiene fermo ai box. Nelle ultime settimane il peggio sembrava essere stato messo alle spalle, ma un nuovo infortunio ha colpito l’ex Barcellona. Solo gli esami aggiuntivi di questo pomeriggio sveleranno l’entità dell’infortunio al polpaccio, ma la situazione preoccupa l’ambiente giallorosso. La Roma però avrebbe dovuto tenere di conto la fragilità fisica del centrale belga. In carriera, Vermaelen è rimasto fermo per molto tempo a causa di vari infortuni. Emblematica, in questo senso, doveva essere l’esperienza al Barcellona in cui non era mai riuscito ad imporsi per colpa dei lunghi stop.

Gli incoraggianti inizi all’Ajax e all’Arsenal

Ad inizio carriera Vermaelen sembrava potesse diventare un difensore forte e roccioso, che avrebbe garantito sicurezza ed affidabilità ai compagni di squadra. L’Arsenal, senza pensarci, lo acquistò dall’Ajax per 13 milioni, ma in Inghilterra ebbe inizio la maledizione degli infortuni. Già alla sua prima stagione in Premier League venne colpito da un infortunio che lo costrinse a chiudere il campionato ad aprile. Un caso. Ma solo pochi mesi più tardi, un nuovo infortunio con la Nazionale lo costrinse ad operarsi al tendine d’Achille e a chiudere la stagione. Lo stesso tendine, l’anno successivo lo tenne fuori per lungo tempo, facendogli collezionare solamente 5 presenze in campionato. Nelle stagioni successive, nonostante alcune ricadute, torna piano piano a riconquistare il posto in squadra, diventando in pochi anni il perno della difesa di Wenger.

Incubo Barcellona e Roma

Ristabilitosi, convince la dirigenza del Barcellona a puntare su di lui, con i blaugrana convinti che il periodo nero degli infortuni fosse ormai alle spalle. Il peggio, in realtà, doveva ancora venire. Acquistato per 15 milioni nel 2014, Vermaelen sarebbe dovuto essere il nuovo centrale della difesa blaugrana. Il tendine, questa volta quello del ginocchio sinistro, glielo impedì. Il lungo e lento recupero lo ristabilì per la stagione successiva. Ma, considerato ormai come una riserva, fece fatica a trovare spazio nella difesa blaugrana. Alla ricerca di una nuova avventura, la Roma questa estate ha deciso di dare fiducia ed una nuova possibilità a Vermaelen. È stato un errore? Parlare adesso, dopo l’ennesimo infortuno e con sole 4 presenze con i giallorossi, è facile. È fuori dubbio, però, che la dirigenza giallorossa avrebbe dovuto valutare meglio le condizioni fisiche di un calciatore che da 6 anni soffre di problemi ai tendini. Quest’anno la pubalgia e l’ultimo infortunio al polpaccio lo condannano. Niente a che vedere con gli infortuni del passato, ma la fragilità del belga andava valutata meglio. Per fortuna si tratta di un prestito con diritto di riscatto: probabile dunque che la sua avventura romana si sia avviata già verso la fine, ancora prima di trovare un vero e proprio inizio.