SHARE
Fonte: profilo ufficiale facebook Dele Alli

Dele Alli Cina – Le sirene cinesi non smettono di tentare i talenti del calcio europeo: ora tocca a Dele Alli.

Una corte appassionata quella dei danarosi cinesi nei confronti degli eroi del nostro calcio. Al posto dei mazzi di rose rosse e delle lettere d’amore, magari scritte furtivamente di notte su un muretto sotto casa, la corte sfrenata dei cinesi ai grandi attori del calcio europeo è fatta a suon di tintinnanti dollaroni.

Fiumi di milioni riversati a cascata sopra le vite di calciatori europei: che siano essi glorie del passato, stelle del presente o astri nascenti del mondo del pallone. L’ultimo ad essere al centro del ciclone amoroso del seduttore cinese è l’astro nascente del calcio inglese Dele Alli.

Alli e i 50 milioni

ESPN rivela le cifre dell’incredibile offerta riservata al centrocampista del Tottenham, Dele Alli, da una società cinese: l’ingaggio proposto al giocatore si attesta sulle 809,323 sterline a settimana, una cifra che si aggira sui 50 milioni all’anno. Come una dichiarazione d’amore, i bachi da seta nello stomaco di Dele Alli stanno iniziando a schiudersi, ma chissà se riusciranno a diventare vere e proprie farfalle. La tentazione è gigantesca per un ragazzo di appena 20 anni, ma proprio la giovane età e la voglia di rivalsa potrebbero essere alla base di un rifiuto di lusso.

L’offerta per Dele Alli è completamente diversa rispetto a quelle che hanno portato agli acquisti di Tevez, Oscar, Witsel e Lavezzi. Differente pure rispetto all’Offerta (volutamente con la O maiuscola) presentata sulla scrivania di Jorge Mendes per Cristiano Ronaldo. In questo caso infatti non stanno cercando di comprare un giocatore che ha già dato il meglio in Europa o che è al top della carriera, ma vogliono riservarsi i diritti sportivi di un astro nascente. Uno il cui radioso futuro deve ancora vederlo realizzarsi, e che nel Grande Calcio potrebbe riuscire a sedersi e ordinare un paio di trofei da consumare subito. La possibilità in questo caso è ancora più inquietante, perché priverebbe il calcio di assistere all’ascesa di una futura grande scelta. Sacrificando la magia del calcio sull’altare del dio denaro.

di Riccardo Meloni

SHARE