SHARE
Edin Dzeko, Roma Serie A - Fonte: Roma AS official account Twitter
Edin Dzeko, Roma Serie A - Fonte: Roma AS official account Twitter

Genoa-Roma 0-1: i giallorossi mantengono la seconda piazza

Primo tempo sfortunato per il Genoa

Giocare a Marassi, contro il Genoa di Juric, non è mai cosa semplice e fin dai primi minuti appare chiaro. La Roma è però solida ed organizzata e con il duo Perotti e Nainggolan riesce sempre ad intimorire i genoani. Che la fortuna non sia di casa per il Genoa lo si nota dopo 9 minuti: Mattia Perin, dopo una parata sul bomber bosniaco Edin Dzeko, sente un dolore al ginocchio ed è costretto a lasciare il campo. Le lacrime di Perin in panchina sono un colpo al cuore per tutti gli amanti di questo sport.

La sfortuna però ha altri piani per il Genoa: nonostante di occasioni grosse non ce ne siano state, al 36° minuto un tiro di Bruno Peres viene deviato da Armando Izzo nella propria porta. Il più classico degli autogol che in questo caso sorride agli uomini di Spalletti. Gli ultimi dieci minuti del primo tempo sono un assalto del Genoa che cerca alla disperata il pareggio. Prima su punizione, dove Szczesny si supera con un grande intervento, e poi con una bella azione in contropiede tra Simeone e Ocampos. Ma la difesa della Roma tiene botta e si va all’intervallo sullo 0-1.

Secondo tempo di sofferenza per i giallorossi, monumentale Szczesny

Nei primi minuti si gioca solo in una metà campo, la Roma ha il controllo assoluto del gioco e il Genoa boccheggia dietro. Le sgaloppate sulla fascia destra di Bruno Peres sono un pericolo costante, ma al brasiliano manca la precisione nell’ultimo passaggio. Sempre dalla fascia destra arrivano i maggiori pericoli per il Genoa, questa volta con Nainggolan che riesce a sorprendere i difensori con un cross teso dal fondo a trovare il gambone di Edin Dzeko. Il bosniaco però si vede privare la gioia del gol dal palo.

Per gli ultimi 15 minuti Juric si gioca la carta Pinilla, fresco acquisto del mercato di gennaio. Due punte per Juric per cercare di pareggiare la partita e Spalletti risponde subito con l’ingresso di El Shaarawy: si difende attaccando il tecnico giallorosso.  Nel recupero un miracolo di Szczesny priva il Genoa del pareggio, che aveva cercato con una strepitosa girata di Ocampos. Szczesny di gran lunga il migliore in campo regala alla Roma una vittoria pesantissima.

Il tabellino di Genoa-Roma

Genoa (3-4-2-1): Perin (9° Lamanna), Izzo, Burdisso, Munoz, Lazovic (78° Pinilla), Rigoni, Cofie, Laxalt, Ninkovic (62° Edenilson), Ocampos, Simeone

Roma (3-4-1-2):  Szczesny, Juan Jesus, Fazio, Ruediger, Emerson, De Rossi, Strootman, Bruno Peres (85° Manolas), Nainggolan (Paredes), Perotti (33° El Shaarawy), Dzeko

Ammoniti: Cofie (27°), Ruediger (38°), De Rossi (50°), Strootman (66°),  Ocampos (81°), Fazio (84°)

Marcatori: aut. Izzo (35°)

di Riccardo Meloni