SHARE
Jorge Lorenzo, Yamah - Fonte: Jorge Lorenzo account Twitter
Jorge Lorenzo, Yamah - Fonte: Jorge Lorenzo account Twitter

Lorenzo-Ducati – Jorge Lorenzo è tornato a parlare della scelta di abbandonare la Yamaha in favore della Ducati. Sulla sua decisione si è espresso anche Loris Capirossi.

Jorge Lorenzo è senza alcun dubbio l’uomo più atteso del 2017 in MotoGP. Il maiorchino dopo una lunga militanza ha deciso di lasciare la Yamaha e di accettare la corte della Ducati, a secco di titoli mondiali dal 2007, anno dell’unico trionfo iridato firmato Casey Stoner. Un addio destinato a spostare equilibri e ad aprire nuovi interessanti scenari in vista di una stagione che si annuncia più combattuta che mai.

Intervistato dal sito ufficiale della MotoGP, il campione spagnolo è tornato sull’addio alla Yamaha e sulle motivazioni che lo hanno spinto a cambiare aria dopo tanti anni.

Sono molto felice e pienamente motivato di inizare questa nuova sfida. Sono stato in Yamaha per tantissimi anni e abbiamo ottenuto risultati incredibili dei quali sono molto orgoglioso. Però piano piano si perde un po’ di quel fuoco sacro che può darti una nuova moto, un nuovo costruttore e nuove persone che ora avrò in Ducati. Dunque sono molto contento di poter provare a rendere più completa questa moto per raggiungere il tragurdo massimo che è vincere il Mondiale.

CAPIROSSI LO METTE IN GUARDIA

Sulla decisione di Lorenzo di sposare la causa Ducati si è espresso anche Loris Capirossi, grande ex della casa di Borgo Panigale. L’ex campione del mondo della 250, che da poche ore è stato eletto rappresentate Dorna in direzione gara per la prossima stagione, ha le idee chiare su come approcciare una moto tanto affascinante quanto complicata.

La Ducati non si può adattare a un pilota, è il pilota che deve adattarsi. Se dopo il primo giro le sensazioni sono buone allora si può andare incontro a un grande futuro, viceversa c’è da preoccuparsi. Lorenzo dovrà adattarsi alla Ducati perché la Ducati si adatti a lui. A Jorge è piaciuta subito, sono convinto avverrà rapidamente.