SHARE
Montella in conferenza stampa - FOTO: AC Milan

Montella Milan – Alla vigilia del match contro il Torino, l’allenatore rossonero parla del mercato e della probabile formazione

Montella ed il suo Milan sono chiamati ad una nuova sfida, questa volta in Coppa Italia. Domani a San Siro, i rossoneri sfideranno il Torino dell’ex Sinisa Mihajlovic:”E’ un amico, ognuno ha il termometro della squadra. Dal primo giorno ho visto che questa squadra aveva voglia di riscatto, non commento quello che era il giudizio di Mihajlovic sul Milan”. Montella però non ha intenzione di fare sconti a nessuno: “Come sempre, qualche piccola turnazione ci sarà ma non stravolgerò la squadra. Dispiace che qualcuno non sarà utilizzato ma non posso stravolgere i reparti e la squadra, scenderemo in campo con una squadra competitiva”.

Bacca-Lapadula

L’intesa vincente tra i due attaccanti del Milan che ha portato alla vittoria nell’ultima sfida di campionato, ha acceso nella mente dei tifosi l’idea di volerli vedere giocare insieme. Per Montella è una possibilità che esiste, soprattutto a partita in corso, ma dall’inizio sarà molto complicato: “Nel calcio son tutti allenatori. Domenica il Milan ha tirato 29 volte verso la porta e non era mai successo, abbiamo avuto un baricentro alto più di sempre rispetto alle altre partite. La squadra ha fatto una buona partita, tutto questo con il 4-3-3 iniziale. Lapadula-Bacca è una possibilità, ed è una forzatura in gara, si può fare tutto nel calcio ma basta organizzarsi. Ad oggi iniziamo con un certo modulo ma si può cambiare in corso d’opera”. Tra i due attaccanti c’è un buon feeling come spiega lo stesso allenatore, una competizione sana senza odio o invidia: “Sono usciti abbracciati, c’è sana competizione ma giocano insieme. E’ stato un gol importante del colombiano, arrivato anche grazie alla volontà di Lapadula. Un gol che dimostra ancora una volta il valore di Bacca, ha avuto grande lucidità”.

Mercato

La conquista della Supercoppa italiana ha dato entusiasmo ad un ambiente che non vinceva da quattro anni. Adesso però non si devono porre dei limi, come spiega Vincenzo Montella: “La vittoria della Supercoppa è quasi cestinata, pensiamo solo al campionato e ora alla Coppa Italia. Bisogna crescere sempre, mai accontentarsi”. Per farlo ci sarà bisogno di qualche rinforzo nel mercato di gennaio, anche se l’allenatore del Milan non ha particolari richieste: “Mi confronto con il dottor Galliani ed è mio compito dire cosa bisognerebbe fare, ma poi c’è l’aspetto economico da tener presente. Se c’è la possibilità miglioreremo la rosa, sarei contento però se il gruppo rimanesse cosi“.