SHARE
Fonte: pagina Facebook F.C. Internazionale Milano

Inter Ranocchia – Dal rinnovo con annessa fascia di capitano ad una cessione sempre più vicina. Lo strano caso di Andrea Ranocchia.

Quando nel lontano 2011 l’Inter decise di puntare su Andrea Ranocchia depositando nelle casse del Genoa 17 milioni di euro la sensazione era quella del grande colpo. Oggi la situazione sembra però essere radicalmente diversa.

Futuro in inghilterra?

E’ di oggi la notizia del viaggio degli agenti di Ranocchia in Inghilterra alla caccia del progetto giusto che possa consentire ad Andrea di rilanciarsi. West Ham e Hull City sono le squadre più attive con la prima che sembra  in vantaggio nella classifica di gradimento del giocatore. L’Inghilterra potrebbe essere la soluzione più probabile soprattutto se l’idea è quella di un trasferimento a titolo definitivo in quanto, data la loro forza economica, solo le squadre di Premier sarebbero in grado di accolarsi i 2,4 milioni a stagione percepiti da Ranocchia in nerazzuro.

“Gli obiettivi miei e della società” ha dichiarato Pioli in conferenza stampa “sono chiari. Volevamo un centrocampista ed è arrivato un signor giocatore” (Gagliardini ). Probabile che ci siano altre uscite. Ne aspetto altre? Sì”. Per quanto riguarda il capitolo italiano la situazione è in fase di stallo. Il Bologna, alla ricerca di un tassello importante per puntellare la difesa, sarebbe ben felice di accogliere il centrale nerazurro ma l’ostacolo più grande, come sarebbe per molte delle società di serie A, è rappresentato dall’ingaggio.

Il punto sul mercato

Detto di Ranocchia che è in cima alla lista dei partenti problema primario che Ausilio si trova ad affrontare è quello degli esuberi. Se Kondogbia e Gabigol sembrano destinati a restare lo stesso non può dirsi per gente come Gnoukouri, Palacio e Biabiany sempre più ai margini del progetto di Stefano Pioli.

Se per il primo sono molte le squadre che si sono iscritte alla corsa, Chievo, Palermo e Crotone, lo stesso non può dirsi per gli altri due. Su Palacio sembra essersi raffreddato l’interesse dell’Atalante mentre, per quanto riguarda Bibiany, è sempre nel mirino del Jiangsu, ma la riforma della federcalcio cinese (con la riduzione del numero degli stranieri tra i titolari) complica di molto l’operazione.

Di Gianmauro Calabrese

SHARE