SHARE
Antonio Conte e Diego Costa al termine della vittoria del Chelsea sul Middlesbrough

Diego Costa Cina – A due giorni dal match contro l’Hull City, Antonio Conte ha fatto una volta per tutte chiarezza sul futuro di Diego Costa.

Nelle ultime ore il futuro di Diego Costa si è tinto di giallo. L’attaccante spagnolo di origine brasiliana è stato infatti accostato negli ultimi giorni al Tianjin Quanjian, club cinese che ha già scippato Witsel alla Juventus. I soliti rumours di mercato senza grande fondamento, prima dell’allenamento saltato dallo stesso Diego Costa che ha scatenato l’inferno attorno al suo futuro.

A commentare la situazione è stato direttamente Antonio Conte, decisamente infastidito dalle voci sul suo attaccante principe. Il manager dei blues ha ribadito con forza la ferma volontà del giocatore di restare a Londra.

Sono state dette tante cose su Diego Costa, che è una bravissima persona. Lui vuole restare al Chelsea, è felicissimo di giocare con noi. Non vedo nessun problema. Diego Costa resterà al Chelsea e spero di festeggiare ancora tante vittorie insieme con lui.

UN PROBLEMA FISICO

Il motivo dell’assenza di Diego Costa durante una seduta di allenamento è da ricondurre ad un problema alla schiena. Un piccolo problema fisico che ha portato lo staff di Conte ad optare per una soluzione conservativa in vista della gara di campionato contro l’Hull City, in programma domenica alle 17.30 in quel di Stamford Bridge. Allarme rientrato comunque, come ha spiegato lo stesso Conte.

Ha recuperato dall’infortunio ed è a disposizione per la sfida con l’Hull City.

Nella probabile eventualità che il bomber del Chelsea scenda in campo contro le Tigri, per lui si tratterebbe della presenza numero 100 con la maglia del club londinese. Conte si augura che il traguardo possa essere festeggiato nel migliore dei modi.

Speriamo che possa festeggiare questo importante traguardo con una o più reti. E’ un professionista ed in questo momento la sua attenzione è focalizzata sulla prossima partita della squadra.


SHARE