SHARE
Senegal
Senegal - Fonte: Twitter @SENEGALFOOTBALL

Coppa d’Africa – Passano Senegal e Tunisia a discapito di Algeria e Zimbawe

Arriva il secondo verdetto di questa Coppa d’Africa. Dopo Burkina Fasu e Cameroon, passano ai quarti di finale anche Senegal e Tunisia. Le due squadre infatti sono riuscite a conquistarsi la prima e la seconda posizione del girone B aggiudicandosi il passaggio del turno. Salutano la competizione, invece, Algeria e Zimbawe che chiudono malamente la spedizione in Gabon.

Buone notizie quindi per Sarri e Ranieri che recuperano i rispettivi giocatori impegnati nella competizione. Il tecnico del Leicester recupererà due pedine fondamentali del suo scacchiere: Mahrez e Slimani servono come il pane all’allenatore italiano, in netta difficoltà dopo l’exploit della scorsa stagione. Maurizio Sarri invece riavrà a disposizione Faouzi Ghoulam, sostituito in queste giornate dal croato Strinic, ma dovrà continuare a dover fare a meno di Koulibaly.

Le partite

Nessuna difficoltà per la Tunisia a raggiungere il passaggio del turno. La squadra di Kasperczak ha vita facile contro lo Zimbawe, impotente di fronte alla superiorità degli avversari. Alle Aquile di Cartagine bastano 36 minuti per uccidere la preda: tre reti che sanciscono l’andamento del match.

Lo Zimbawe prova a reagire, ma è immediata la risposta della Tunisia che sigla il 4 a 1 poco prima che l’arbitro mandi tutti negli spogliatoi. Il secondo tempo ha poco da raccontare: esclusa la rete di Ndoro che fissa il punteggio finale sul 4 a 2, la Tunisia si limita a far scorrere il tempo che li separa dal passaggio del turno. Differentemente dai tunisini, il Senegal soffre e si suda la qualificazione.

L’Algeria non ci sta ad uscire così presto e dà del filo da torcere a Keita e compagni. Per due volte in vantaggio grazie a Slimani, le Volpi non riescono a gestire la gara e vengo ripresi in entrambe le occasioni. Il due a due finale fa gioire i senegalesi che concludono al primo posto del girone. Niente da fare quindi per Ghoulam e compagni, colpevoli di aver perso troppi punti nelle prime giornate.