Biglia e Tounkara in rissa con un tifoso, caos Lazio

Biglia e Tounkara in rissa con un tifoso, caos Lazio

Rissa Biglia Tounkara – Scontri sugli spalti al termine della sconfitta della Lazio contro il Chievo, piovono insulti sul capitano biancoceleste

Prosegue il momento no della Lazio, dopo una gara persa nonostante il dominio attestato da tutte le statistiche. Come il possesso palla a favore dei biancocelesti per il 61%, i 26 tiri totali contro i soli 6 tiri del Chievo Verona che ha centrato la porta solamente 2 volte, riuscendo in una di queste a trovare il gol della vittoria. Abbastanza sfortunata invece la Lazio, che però non è riuscita a soddisfare i propri tifosi nemmeno sotto il piano della grinta e della voglia di vincere. Così al termine della gara è stata riversata una pioggia di insulti sopra i giocatori laziali dai propri tifosi, che anno preso di mira principalmente il capitano Lucas Biglia.

La rissa sugli spalti

Il parapiglia è cominciato quando i giocatori biancocelesti stavano lasciando il terreno di gioco. Un tifoso laziale ha insultato in maniera pesante i propri giocatori, prendendosela in particolare con capitan Biglia. Così dagli spalti è intervenuto il giovane Tounkara, attaccante della selezione primavera della Lazio, a difendere i propri compagni ed è scoppiata una rissa. Purtroppo all’interno della baraonda viene coinvolta anche la moglie del capitano laziale, che non esita un secondo a difendere la propria compagna. Un sabato da dimenticare per tutti i laziali, tifosi e giocatori.

L’allenatore biancoceleste Simone Inzaghi ha commentato così il riprovevole episodio ai microfoni di Premium: “mi hanno riferito che Biglia ha avuto un diverbio con un tifoso. Sono cose che non dovrebbero capitare ma che a volte capitano”. Ma l’uomo ad essere più coinvolto nella vicenda in realtà non è il centrocampista argentino, me il giovane attaccante della primavera. Così Tounkara ha voluto riportare la sua visione dei fatti su Instagram: “Scusatemi, non voglio che sia frainteso il mio gesto. Io sono il primo tifoso, il primo laziale. Il primo a sostenere la mia squadra, solo che vedendo simili gesti (come sputare al nostro capitano) non riuscivo quasi a credere che un sostenitore potesse arrivare a tanto. Chiedo scusa in primis al tifoso e a tutta la mia Lazio. Sempre forza Lazio“.

di Riccardo Meloni