SHARE
Fonte: Twiter @MotoGP

MotoGP test Sepang – Le sensazioni dei piloti Ducati al termine della prima giornata di test sul circuito di Sepang, dominata da Casey Stoner.

Tempo di bilanci per i piloti della MotoGP dopo la prima giornata di test sul circuito di Sepang. Al centro dell’attenzione la Ducati, che mette a referto il miglior tempo grazie al collaudatore d’eccezione Casey Stoner, ma anche il secondo con un brillante Andrea Dovizioso, vincitore proprio a Sepang lo scorso anno. Proprio il Dovi è sembrato il più felice per le indicazioni ricavate dalle prime tornate del 2017

La giornata è scivolata via facilmente, ho lavorato sulla moto dell’anno scorso per adattarla alla mancanza delle alette e temevo la situazione, mentre invece ho avuto buoni riscontri. Se a questo aggiungiamo che ho ottenuto il mio tempo con la gomma media, dobbiamo essere assolutamente soddisfatti. Stoner? Prova cose che serviranno pure a noi, ma il suo spunto non è una sorpresa.

LE DIFFICOLTA’ DI LORENZO

Chi ha sofferto molto è stato Jorge Lorenzo, impegnato nella ricerca della migliore posizione di guida. Il maiorchino deve approcciare al meglio la nuova moto e per questo sacrificare almeno inizialmente la ricerca della prestazione. Anche se dalle sue parole traspare una certa delusione, soprattutto alla luce dell’ottimo debutto nei test di Valencia.

È più dura del previsto perché la Ducati va guidata in modo diverso dalla Yamaha: a Valencia il mio stile andava bene, qui no. Devo adattarmi alla GP17 perché se freno come mio solito, cercando di portare velocità in percorrenza di curva la moto non va: mi serve un’altra strada per fare buoni tempi. Adesso dovremo gradualmente adattare la moto a come piace a me e girare di più. Servirà tempo, ma l’importante è che le altre Ducati siano state molto veloci: significa che la moto ha un potenziale davvero alto.