SHARE

Klopp arbitri – L’allenatore tedesco del Liverpool al termine del pareggio interno contro il Chelsea ha fatto la conta dei torti arbitrali subiti.

Tutto il mondo è paese: Jurgen Klopp, allenatore tedesco noto per la sua proverbiale simpatia, è caduto nel gioco della conta degli errori arbitrali. Inequivocabili le sue dichiarazioni al termine del pareggio interno contro il Chelsea, risultato comunque positivo contro la capolista che ha evitato la quarta sconfitta consecutiva ad Anfield Road. “Il rigore? Se venisse dimostrato che Costa si è tuffato mi arrabbierei – ha spiegato Klopp – perché sarebbe il ventisettesimo errore arbitrale a nostro sfavore“. Reduce da un periodo difficile – ancora nessuna vittoria nel 2017 ed eliminazione dalle coppe di lega – il Liverpool ha un disperato bisogno di rialzarsi dopo un avvio di stagione magistrale. I Reds occupato la quarta posizione, un punto dietro Arsenal e Tottenham e a -10 dalla capolista Chelsea. Alle spalle dei ragazzi di Klopp spingono City e United, distanti appena 3 e 5 punti: un singolo passo falso potrebbe essere fatale per salutare la zona Champions League. Nella serata di ieri i Reds sono stati salvati da Mignolet, che ha parato il contestato calcio di rigore calciato da Diego Costa: “Non è l’uomo più simpatico del mondo, ma è un guerriero indispensabile in un campionato come la Premier League”.

Sentimenti contrastanti per Jurgen Klopp sull’argomento Diego Costa. Il tedesco si è infatti espresso in merito alle qualità dell’attaccante brasiliano naturalizzato spagnolo: “Se giocassi contro Diego Costa non saremmo certo amici, è evidente, ma quando fa parte della tua squadra è un valore aggiunto. Conte sta facendo un gran lavoro in questa stagione, ma che Chelsea sarebbe stato senza un attaccante così?“. Attualmente l’attaccante del Chelsea condivide la vetta della classifica cannonieri con Alexis Sanchez a quota 15 reti segnate, una in più di Zlatan Ibrahimovic e due in più di Harry Kane.

SHARE