SHARE
El Kaddouri Empoli
El Kaddouri Empoli, fonte: twitter @EmpoliCalcio

El Kaddouri Empoli Napoli – In conferenza stampa il trequartista marocchino parla della sua esperienza azzurra

Dopo una stagione e mezza a Napoli da riserva, Omar El Kaddouri cerca il riscatto personale con questa nuova avventura ad Empoli. L’esperienza partenopea non ha prodotto i risultati sperati né dal calciatore marocchino né dalla società napoletana. Gli infortuni, la discontinuità di rendimento e di presenze da titolare hanno fatto un flop di un investimento interessante. Oggi però con la presentazione ad Empoli inizia una nuova fase della carriera di El Kaddouri. Lo si comprende in maniera immediata dalle dichiarazioni rilasciate dal marocchino: “Sono molto contento di essere qui ad Empoli. Questa è la società perfetta per far vedere tutto quello che posso fare”. Consapevolezza e determinazione sono le caratteristiche di un calciatore che si propone come l’arma in più nel girone di ritorno della squadra toscana.

La nuova famiglia e la frecciata a Sarri

Una settimana di messaggi al veleno per Maurizio Sarri. Dopo il messaggio di addio di Manolo Gabbiadini, ecco arrivare anche una piccola punzecchiatura da parte di El Kaddouri. Il trequartista reduce dalla Coppa d’Africa non è felice delle poche opportunità che gli sono state concesse a Napoli e non lo manda a dire: “Ho tanta rabbia positiva dentro, perché in questo anno e mezzo ho giocato poco e penso che meritavo un pochino di più perché ho sempre dato tutto. Però queste sono state le scelte del Mister e vanno sempre rispettate”. Tutto carburante per questa nuova avventura dove non vuole avere altri rimpianti.

Ad Empoli il marocchino vestirà la maglia numero 10 ed avrà la possibilità di ottenere una rivincita personale, e di lasciarsi definitivamente il passato alle spalle. “In questi sei mesi voglio dimostrare che avrebbero dovuto credere un pochino in più in me. Ma più che per loro voglio farlo per me, per la mia famiglia e per la società che ha investito su di me. Il passato è passato, ora sono concentrato sull’Empoli”. Il primo impatto con la società toscana è positivo, ma qualche consiglio lo aveva già ricevuto. “Avevo parlato con Tonelli e Valdifiori che mi avevano parlato benissimo di questo gruppo ed infatti mi hanno accolto benissimo.

Ad Empoli ritroverà anche il ruolo che aveva fatto le sue fortune a Brescia, quello di trequartista. “Questo ha giocato un ruolo decisivo nella mia scelta e sono convinto di farlo bene. Ora giocherò nel mio ruolo in un ambiente perfetto per me e non ho più scuse per non fare bene”. Inoltre anche l’allenatore dei toscani non sarà una rivoluzione per lui, visto che è stato forgiato dalla scuola Sarri. “So che qui il tipo di lavoro è simile a quello che ho fatto a Napoli, perchè Sarri e Martusciello hanno lavorato insieme qua ad Empoli, quindi è una cosa positiva per ambientarmi subito”.

La vicenda Trabzonspor

Dalla Turchia intanto gridano vendetta. La società del Trabzonspor dichiara di avere in mano un precontratto con apposta la firma di El Kaddouri e non hanno digerito il trasferimento all’Empoli. Ma il calciatore africano liquida la vicenda senza lasciare strascichi: “E’ successo all’inizio di gennaio. E’ un problema che non esiste, non hanno niente in mano, abbiamo tenuto tutto noi. E’ un problema che non esiste”.

R.M.

SHARE