SHARE
Gagliardini Inter, fonte: Twitter @inter

Gagliardini Inter Juventus – Si avvicina il Derby d’Italia e il centrocampista azzurro è convinto di poter fare bene a Torino

Juventus-Inter è sempre stata una partita speciale per le due tifoserie coinvolte. Ma dopo l’uragano calciopoli lo è diventato ancora di più per motivi extra-calcistici. Quest’anno però ci si avvicina al grande incontro con meno polemiche relative le vicende esterne al campo e più attesa per i 90 minuti di gioco. Dopo diversi anni l’Inter si presenta a Torino con maggiore sicurezza e spavalderia, e il merito di ciò è soprattutto di Stefano Pioli. Ma anche il nuovo acquisto dei nerazzurri Roberto Gagliardini ha contribuito a dare nuova linfa e sicurezza alla squadra milanese.

La prima Juve-Inter di Gagliardini

Per Gagliardini quello di domenica sera sarà il primo derby d’Italia, ma il giovane centrocampista azzurro non ha timori reverenziali: “Juve-Inter sarà una gara difficile e contro la squadra più forte del campionato, ma andiamo lì con la convinzione per fare risultato”. Anzi, la speranza è quella di lasciare il segno. “Se portiamo a casa la vittoria, diamo un messaggio importante al campionato“. Con la sicurezza derivante dalle indicazione di Pioli l’aggiustatore: “Abbiamo la convinzione di andare a Torino e potercela giocare: dobbiamo partire forti e restare corti, per poter attaccare”.

Allo Juventus Stadium incontrerà una Juventus che pare rinvigorita dalla cura 4-2-3-1 in cui anche i centrocampisti sembrano rinati. Il centrocampo dei bianconeri è stato oggetto di critiche quest’anno e lo stesso Gagliardini poteva essere una risposta ai molti problemi. Ma Roberto ora pensa solo all’Inter: “Non mi sento un oggetto di rivalsa per l’Inter nei confronti della Juve, ma semplicemente un giocatore importante per questa squadra”. E poi l’ex centrocampista dell’Atalanta ha un debole per uno juventino: “Ritengo Pjanic il centrocampista più forte della Serie A“.

Il sogno chiamato Champions League

L’avventura in nerazzurro di Gagliardini è iniziata del migliore dei modi. Una carrellata di vittorie in campionato macchiate solamente dall’eliminazione in Coppa Italia per via della Lazio. Nonostante ciò la fame del giovane bergamasco è sempre più viva e il suo obiettivo è la coppa dalle grandi orecchie:”Siamo un po’ indietro a Roma e Napoli, ma possiamo giocarcela. Non dipenderà solo da noi, perché se continuano a vincere… Però abbiamo gli scontri diretti, in cui potremmo superarle”.

L’altro grande obiettivo di Roberto è quello di passare dalla maglia nerazzurra dell’Inter a quella azzurra della Nazionale. Anche se è convinto che continuando di questo passo la convocazione di Ventura sarà inevitabile: “Non ci penso più di tanto, semplicemente perché credo che continuando così qui, poi la Nazionale sarà una conseguenza. Quest’estate ci sono anche gli Europei Under 21, un obiettivo importante per me“. Roberto Gagliardini is on fire, ora sta alla Juventus provare a fermarlo.

R.M.

SHARE