SHARE
FOTO: Twitter @SBerahino

Premier League – A pochi mesi dallo scandalo legato alla corruzione che portò alle dimissioni del c.t dell’Inghilterra, Sam Allardyce, la Premier League deve far fronte ad un’altra notizia shock.

Sono passati meno di 6 mesi da quando la Premier League è stata investita dallo scandalo legato a tangenti e corruzione. Dopo il terremoto che portò alle dimissioni di Sam Allardyce, c.t della nazionale fresco di nomina, nelle ultime ore la F.A ha dovuto fare i conti con un nuovo caso poco edificante. Questa volta c’è di mezzo la droga, e uno dei giocatori più talentuosi del campionato.

Saido Berahino è stato infatti sospeso per 8 settimane in seguito alla positività dopo un test antidroga eseguito lo scorso settembre. L’attaccante inglese, allora al West Brom, è stato trovato positivo ad una “recreational drug”, ovvero una sostanza con effetti stimolanti e stupefacenti. L’ultima presenza di Berahino con la maglia dei Baggies risale allo scorso 10 settembre, data dopo la quale non è stato più impiegato dal mister Tony Pulis senza evidenti motivi.

DUE MESI DI STOP

Il manager del WBA ha sempre spiegato l’assenza del suo attaccante principe con un ritardo di condizione, ma in realtà in club dopo la positività ha deciso di sospenderlo sino al momento in cui lo avrebbe ceduto ad un’altra squadra. Il trasferimento è arrivato puntualmente nel mercato di gennaio, quando Berahino è passato allo Stoke City per 12 milioni di sterline.

Una cifra piuttosto bassa per un giocatore giudicato da molti come futuro attaccante titolare della nazionale inglese. Classe 1993, Berahino in precedenza era stato accostato al Tottenham, ma per cifre decisamente più alte rispetto a quella che ha ratificato il suo trasferimento allo Stoke. Per quanto riguarda i Potters, il manager Mark Hughes ha confermato che il club fosse a conoscenza della situazione di Berahino.

C’è stato un problema disciplinare FA e Saido ha avuto una sospensione di 8 settimane. Non abbiamo altri dettagli. Eravamo consapevoli di questo prima che firmasse, ma per maggiori informazioni bisogna far riferimento al suo vecchio club.


SHARE