SHARE
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri - FOTO: account ufficiale Twitter Juventus FC

Ad un girone di distanza dalla prima dolorosa sconfitta in campionato, la Juventus ritrova l’Inter. I nerazzurri, però, vivono una situazione totalmente diversa rispetto a quella del settembre scorso. La cura Pioli ha funzionato e adesso si parla addirittura di scudetto. Massimiliano Allegri sa benissimo quanto sia importante questa partita e non vuole assolutamente perdere l’opportunità di portare a casa tre punti pesantissimi: “Domani sarà una partita bella da giocare, tra due squadre che hanno l’organico per vincere il campionato. Fortunatamente per noi sono partiti male, hanno fatto 25 punti nelle ultimo 10 giornate e domani sarà una partita importante”.

La rivalità conta relativamente, l’importante è vincere: “Indipendentemente dall’avversario, è un momento talmente importante dove non serve avere ulteriori stimoli. Ci stiamo giocando tutti gli obiettivi stagionali, i tre punti di domani contano come quelli contro il Crotone. All’andata è stata una partita strana, abbiamo regalato due gol. Non ci serve alcuna rivincita”.

Cambio modulo

Come ha detto Allegri, “l’Inter ha grande qualità offensiva e il potenziale per giocarsi lo scudetto“. Per l’allenatore dei bianconeri, quindi, sarà necessario trovare un modulo ed uno schieramento adatto che possa servire per sorprendere e battere gli avversari: “Ovviamente bisogna provare uno schieramento che possa essere consono alle caratteristiche della squadra, non so se partiremo con questo modulo ma all’interno della partita ci sono tanti momenti e vedremo come organizzare la sfida”.

Nelle ultime giornate, infatti, Massimiliano Allegri ha apportato diverse modifiche alla sua squadra: “Era arrivato il momento di cambiare il sistema per sfruttare le caratteristiche di alcuni giocatori, l’importante è non abbassare la guardia e la disponibilità anche quando giocheremo a tre. Poi l’Europa, la Finale, il paragone con l’Inter di Mourinho non interessa, bisogna fare un passo alla volta e non esaltarsi, così come bisognava stare tranquilli dopo la sconfitta contro la Fiorentina”.

Turnover e infortuni

Per la sfida di domenica sera, il tecnico toscano non ha intenzione di rivoluzionare la squadra: “Non ci saranno grandi stravolgimenti, comunque tra oggi e domani mattina dovrò prendere delle decisioni”. Sicuramente ci sarà Claudio Marchisio nonostante alcune difficoltà avute con il cambio di modulo: “Claudio è disponibile, sta meglio ma credo che sia normale il momento che sta passando. Ha avuto un paio di mesi dopo il rientro dove ha fatto bene. Se il modulo fa tutto questo casino torno indietro, se mi fossi immaginato una cosa del genere lo avrei evitato”. Meno certa invece la presenza di Andrea Barzagli, che oggi non si allenerà: “Sicuramente oggi non si allena, stasera valuterò se portarlo o meno in ritiro”.

SHARE